Scuola\2 – I lavori per garantire le distanze. Spesi 1,8 milioni di euro, nuovi spazi e infissi

Sono conclusi gran parte degli interventi della Provincia per adeguare gli edifici scolastici superiori sulla base delle modalità di svolgimento delle attività didattiche decise dai dirigenti scolastici, al fine di rispettare i protocolli anti Covid-19 sui distanziamenti, sull’entrata e l’uscita dalla scuola per evitare assembramenti, sull’areazione dei locali e sulle norme igieniche.

L’investimento complessivo è stato di un milione e 850 mila euro, in gran parte finanziati con un fondo straordinario del Governo e 200 mila euro della Provincia.

Sono stati realizzati diversi lavori di abbattimento di tramezzi per ampliare gli spazi o adattare spazi ad uso didattico, fino al potenziamento dei servizi igienici per garantire il rispetto delle regole sanitarie e al rifacimento degli infissi per migliorare l’areazione in classe.

Tra i lavori conclusi spiccano quelli per creare nuovi spazi al Venturi nelle sedi di via Belle arti e via Ganaceto, al Wiligelmo, dove la sala insegnanti è diventata un aula aggiuntiva e uno spazio ex bar è stato riconvertito a sala insegnanti, al Vallauri di Carpi; al Guarini, all’Ipsia Corni e al Muratori di Modena, dove è in progetto, con lavori nelle prossime settimane, anche l’adattamento ad uso didattico dell’aula magna; lavori conclusi anche allo Spallanzani di Castelfranco Emilia, al Morante di Sassuolo dove nei prossimi giorni partiranno anche i lavori di adeguamento della palestra; conclusi i lavori sui servizi igienici al Cattaneo di Modena, mentre termineranno nei prossimi giorni gli interventi sugli infissi all’Ipia Corni e al Fermi di Modena, al Baggi di Sassuolo e al Levi di Vignola.

Al Selmi di Modena e al Paradisi di Vignola sono in corso, per terminare entro la fine del 2020, i lavori di ampliamento di avviati prima dell’emergenza per un investimento di quattro milioni e mezzo.

Con le ultime risorse assegnate dal ministero dell’Istruzione ad agosto, pari a 350 mila euro, la Provincia sta avviando interventi per la sistemazione di aree cortilive, al fine di evitare assembramenti e favorire l’utilizzo di scale di emergenza per agevolare l’ingresso e l’uscita studenti in sicurezza. Tali interventi saranno ultimati entro settembre.

La Provincia gestisce l’edilizia scolastica superiore modenese destinata a quasi 34 mila e 600 studenti (500 in più rispetto allo scorso anno), distribuiti in 30 istituti scolastici che utilizzano oltre 1400 aule e oltre 500 laboratori.

Pubblicato: 11 Settembre 2020