Temi

Turismo e Cultura

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Funzioni e Attività della Provincia in materia di cultura

L'Unità operativa Eventi e Reti turistiche della Provincia opera principalmente in tre ambiti:

Beni culturali

La Provincia svolge un ruolo di valorizzazione dei Beni culturali con particolare riferimento ai Musei, oggi riuniti nel Sistema museale modenese; promuove corsi di formazione ed aggiornamento per operatori e giovani laureati; formula bandi per l'assegnazione di contributi volti a migliorare le strutture museali (allestimenti, segnaletica, attrezzature informatiche) e a favorire l'installazione di impianti di sicurezza nelle chiese di particolare valore storico-artistico

Funzioni:

  • Compiti di programmazione, raccordo e coordinamento tra le politiche dei Comuni del territorio per la valorizzazione dei beni culturali.
    Concorso alla determinazione del programma regionale di sviluppo e dei piani regionali secondo le norme dettate dalla legge regionale.
  • Lo stato, le regioni e gli enti locali curano, ciascuno nel proprio ambito, la valorizzazione dei beni culturali e provvedono alla promozione delle attività culturali.
  • La Provincia, in ottemperanza a quanto suesposto, promuove indagini e censimenti sul patrimonio storico, architettonico, artistico del territorio ed attua interventi per una sua diffusione e conoscenza. Svolge attività di recupero e conservazione del proprio patrimonio storico, artistico e architettonico.
    La Provincia inoltre, promuove e sostiene attività culturali ai fini di una crescita e diffusione delle stesse, e ai fini di uno sviluppo equilibrato tra le diverse aree territoriali e con l’istruzione scolastica.
  • La Provincia si avvale dell’Istituto dei Beni Artistici, Culturali e Naturali per formulare proposte sulla apposizione di vincoli di interesse storico o artistico, sulla vigilanza sui beni vincolati, sull’espropriazione di beni e sull’esercizio del diritto di prelazione.
  • L’associazione regionale delle province designa un componente della Commissione per i Beni e le Attività Culturali.
  • Alle province, nell’ambito delle loro funzioni di programmazione, coordinamento e valorizzazione dei beni e degli istituti culturali, la legge affida il compito di approvare i piani annuali di intervento, di attivare sistemi fra gli istituti culturali, di promuovere la formazione professionale degli operatori del settore e la didattica dei beni culturali.
  • Predisposizione di programmi volti alla tutela e valorizzazione dei patrimonio letterario dialettale (narrativa, teatro, poesia, canto) in collaborazione con l'I.B.C

Principale normativa:

  • D.Lgs. n. 267/2000, artt. 19 e 20 "Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali" che abroga la legge 142/90"
  • D.Lgl. 112/98, artt. 152 e 153 "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59"
  • D.Lgs. n. 490 del 29.10.1999 "Testo unico delle disposizioni legislative in materia di beni culturali e ambientali, a norma dell’art. 1 della L. 8 ottobre 1997, n. 352"
  • L.R. 3 del 21 aprile 1999, Capo IV, Sezione I, artt. 209 e 210 "Riforma del sistema regionale e locale"
  • L.R. 18 del 24.3.2000, artt. 4 e 8 "Norme in materia biblioteche, archivi storici, musei e beni culturali"
  • L.R. 45/94, artt. 4 e 5 "Tutela e valorizzazione dei dialetti dell'Emilia Romagna".

Spettacolo

La Provincia promuove, coordina e sostiene finanziariamente, alcune rassegne teatrali ed iniziative musicali che si svolgono annualmente sul territorio. Tra le principali ricordiamo "Battimani" (rassegna teatrale per ragazzi), Armonie tra musica e architettura" (concerti d’organo nelle chiese dell’Appennino modenese), "Lungo le antiche sponde" (concerti presso ville e luoghi storici situati lungo le sponde del fiume Panaro).

Funzioni:

  • Spettano agli enti locali (province e comuni), per i rispettivi ambiti territoriali, le seguenti funzioni:
    1. concorrono alla definizione dei programmi regionali e nazionali;
    2. promuovono la formazione del pubblico e le attività di spettacolo;
    3. partecipano alla costituzione di soggetti stabili e alla loro gestione;
    4. partecipano alla distribuzione della produzione musicale e teatrale;
    5. promuovono la diffusione dell’attività di spettacolo nelle scuole;
    6. sostengono la cultura e la presenza dello spettacolo nelle università;
    7. concorrono all’attività di osservatorio svolta dalla regione.
  • Le Province e i Comuni, negli ambiti territoriali di propria competenza e in collaborazione con la Regione:
    1. promuovono la formazione del pubblico e l’attività di spettacolo, anche in relazione a finalità turistiche;
    2. partecipano, in forma diretta o convenzionata, con l’assunzione dei relativi oneri, alla costituzione e gestione di soggetti stabili;
    3. partecipano, anche in forma associata, alla distribuzione della produzione teatrale e musicale sul territorio;
    4. promuovono la diffusione delle attività di spettacolo nelle scuole, sostenendo la cultura e la presenza dello spettacolo nelle Università in accordo con le amministrazioni competenti
    Le Province concorrono altresì alla definizione dei programmi nazionali e regionali in materia di spettacolo e alle attività di osservatorio svolte dalla Regione nella medesima materia."
    La Provincia può concludere accordi con la Regione (convenzioni) per attività e progetti da realizzare
  • La Provincia, assieme alla Regione, promuove attività volte alla valorizzazione del piccolo e medio esercizio cinematografico.

Principale normativa: 

  • L.R. 3 del 21 aprile 1999, Capo IV, Sezione II, art. 213 "Riforma del sistema regionale e locale"
  • L.R. 13 del 5 luglio 1999, artt. 2, 3 e7 "Norme in materia di spettacolo"
  • D.L. 26/94, art. 15 "Interventi urgenti a favore del cinema"

Arti visive

La Provincia promuove iniziative nel settore delle arti visive per la valorizzazione del proprio patrimonio artistico (Raccolta d'arte della Provincia) e cura la promozione di eventi espositivi presso la chiesa dell'ex Educatorio San Paolo di proprietà della Provincia.

Documentazione allegata

Normativa

Norme in materia di spettacolo
L. R. n. 13 del 5 luglio 1999
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 7 luglio 2011
LEGGE+13-99.pdf (28Kb)
Norme in materie di Biblioteche, Archivi storici, Musei e Beni culturali
L. R. n. 18 del 24 marzo 2000
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 7 luglio 2011
lr-er-2000-18.pdf (64Kb)
Tutela e valorizzazione dei dialetti dell'Emilia Romagna
L. R. n. 45 del 7 novembre 1994
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 7 luglio 2011
LR_45_1994.pdf (11Kb)
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 7 luglio 2011
data di modifica: giovedý 11 agosto 2011