Temi

Ambiente

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Temi | · Ambiente · QualitÓ dell'aria

Controllo obbligatorio gas di scarico autoveicoli e motoveicoli: dal 10 febbraio 2012 esclusivamente al momento della revisione obbligatoria periodica del mezzo

Novità 2012

 

Sul Supplemento Ordinario n. 69 alla Gazzetta Ufficiale n. 82 del 6 aprile 2012 sono stati pubblicati:

  • la Legge 4 aprile 2012, n. 35 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo.”;
  • il “Testo del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5 (in supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 33 del 9 febbraio 2012), coordinato con la legge di conversione 4 aprile 2012, n. 35, recante: «Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo.”

La suddetta Legge è entrata in vigore il 7 aprile 2012. 

In particolare l’art. 11 comma 8 del testo del Decreto-Legge 9 febbraio 2012, n. 5, coordinato con la Legge di conversione 4 aprile 2012, n. 35, prevede che:

 

“A decorrere dall'anno 2012 il controllo obbligatorio delle emissioni dei gas di scarico degli autoveicoli e dei motoveicoli e' effettuato esclusivamente al momento della revisione obbligatoria periodica del mezzo.”

Per effetto di tale previsione, l’attuazione della campagna provinciale di controllo obbligatorio dei gas di scarico così come prevista dal “Protocollo d’intesa tra la Provincia di Modena e le associazioni rappresentative degli autoriparatori per l’attuazione delle disposizioni relative al controllo obbligatorio annuale dei gas di scarico degli autoveicoli – anno 2012” (approvato con Delibera di Giunta Provinciale n. 504 del 29/12/2011 e sottoscritto dalla Provincia e dalle associazioni di categoria rappresentanti degli autoriparatori in data 4/2/2012) è da ritenersi superata.

La campagna provinciale di controllo dei gas di scarico "Bollino Blu" dagli anni '90 al 2011

Per diminuire il rischio ambientale e sanitario derivante dall’emissione causata dal traffico autoveicolare, l'Amministrazione Provinciale di Modena da inizio anni ‘90 cominciò a promuovere l'adozione da parte di tutti i Comuni della provincia di un’apposita ordinanza per il controllo annuale obbligatorio dei gas di scarico. La campagna provinciale fu avviata quindi prima ancora dell’emanazione della Direttiva del Ministero dei Lavori Pubblici del 07/07/1998 in materia di “Bollino blu”, riferimento normativo principale in materia a livello nazionale.

Oltre alle ordinanze comunali, l’attuazione della campagna provinciale è stata attuata negli anni attraverso la sottoscrizione di un Protocollo di intesa tra la Provincia e le associazioni di categoria rappresentative degli autoriparatori. Col Protocollo d’intesa sono state infatti annualmente stabilite le tariffe applicabili per l’effettuazione dei controlli da parte delle autofficine sul territorio provinciale e sono state definite le modalità di monitoraggio e controllo dell’attuazione dell’iniziativa.

Attraverso i dati elaborati nell’ambito del monitoraggio della campagna provinciale, risulta che nell’ultimo decennio sono stati controllati almeno 250.000 autoveicoli all’anno in provincia di Modena, ovvero annaulemnte oltre il 50 % del parco autoveicolare immatricolato.

Tuttavia l’evoluzione del parco autoveicolare stesso, per effetto dell’applicazione delle direttive Euro, ha inevitabilmente ridotto nel tempo l’efficacia della campagna provinciale di controllo dei gas di scarico: già dal 2011, infatti, la Provincia aveva attivato un confronto con Comuni e associazioni per valutarne le modalità di applicazione in considerazione dell’evoluzione tecnica e normativa in materia osservatasi nel corso degli anni.

Con l’entrata in vigore del Decreto-legge 9 febbraio 2012 n. 5, che prevede il controllo obbligatorio esclusivamente al momento della revisione periodica obbligatoria del mezzo, la campagna provinciale di controllo obbligatorio annuale è da ritenersi superata.

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Ambiente e Sviluppo sostenibile
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: mercoledý 15 febbraio 2012
data di modifica: mercoledý 11 aprile 2012