Temi

Ricostruzione dopo il terremoto

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

27 marzo 2013

Ripartiamo grazie a voi

Video realizzato in occasione della inaugurazione della palestra del Liceo Morandi di Finale Emilia con la partecipazione degli studenti dell'istituto

Immagine corrente

Testo del video

Il terremoto del 20 e 29 maggio 2012 ha colpito la zona nord della provincia di Modena, provocando la morte di 19 persone e danneggiando gravemente case, fabbriche, laboratori, edifici pubblici, luoghi di culto, monumenti, scuole....

A poche ore dall'inizio delle scosse la Provincia di Modena attiva un conto corrente di solidarietà

La risposta è straordinaria: in 7 mesi il fondo raccoglie 755.000 euro con oltre 2.400 versamenti da tutto il territorio nazionale

La Provincia decide di orientare le donazioni dando priorità alla scuola, per assicurare ai ragazzi le condizioni migliori per superare questo momento difficile

Con questi fondi vengono ripristinate le strutture del polo scolastico Calvi-Morandi di Finale Emilia, uno dei comuni più colpiti dal sisma

Il primo intervento consiste nell'adeguamento sismico della palestra del Liceo scientifico Morandi: i lavori, costati 105 mila euro, si sono conclusi nel marzo 2013

I lavori di ripristino della palestra dell'istituto di istruzione superiore Calvi sono programmati nell'estate 2013 e costeranno 200 mila euro

Un altro intervento riguarda la riparazione dei magazzini per i macchinari e attrezzi dell'istituto Calvi, l'abitazione del custode e gli uffici, per un costo complessivo di 260mila euro. Il cantiere aprirà durante le vacanze estive 2013

Una parte delle donazioni è stata utilizzata per garantire agli studenti lo svolgimento regolare dell'attività di educazione fisica in palestre agibili. Per l'affitto sono stati spesi 162.000 euro, 13.500 euro  per il servizio di trasporto

Infine 8.000 euro sono indirizzati a iniziative di promozione delle biblioteche dell'area del cratere, rispettando le indicazioni di alcuni donatori

Hanno donato
da tutt'Italia: singoli cittadini, famiglie, aziende, associazioni culturali, sportive e professionali, organizzazioni benefiche, intere classi, scuole, parrocchie, artisti, istituti di credito, magistrati, cittadini italiani all'estero, amministratori pubblici

ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e web
fonte: Ufficio stampa
data di creazione: mercoledý 27 marzo 2013
data di modifica: venerdý 31 maggio 2013