News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · Istruzione

Comunicato stampa N° 1203 del 31/10/2002

nuovi indirizzi nelle scuole superiori
ok del consiglio, il polo protesta ed esce dall’aula

"Le proposte di nuovi indirizzi scolastici rispondono ad esigenze reali ed urgenti delle scuole. Non potevamo rimandare una decisione sollecitata da tempo che rientra tra le competenze di maggiore rilievo assegnate in questi anni alle Province". Lo ha affermato Claudio Bergianti, assessore provinciale all’Istruzione, nel corso del Consiglio provinciale di mercoledì 30 ottobre che ha approvato l’istituzione di nuovi indirizzi nelle scuole modenesi. Proposte che sono state votate dalla maggioranza (Ds, Margherita) e Rc, mentre i consiglieri del centrodestra al momento del voto sono usciti dall’aula perché – come ha affermato Giorgio Barbieri (Lega nord): "era opportuno attendere la nuova riforma Moratti, queste sono solo proposte illusorie, inapplicabili, che serviranno solamente ad aprire un contenzioso con il Governo".

Maino Benatti, capogruppo Ds, ha replicato che "la riforma del centrodestra non entrerà in vigore prima di due anni, quindi si devono applicare le leggi attuali" Un concetto ripreso anche dagli interventi di Mauro Biondi (Margherita) ed Emidia Dotti (Ds).

Bergianti ha sottolineato che la Provincia esercita questa nuova funzione di programmazione "con prudenza dato il carattere transitorio delle disposizioni regionali, ma anche a causa dell’incertezza rispetto ai futuri assetti del sistema scolastico".

Le proposte prevedono un nuovo liceo classico al Formiggini di Sassuolo, un liceo delle scienze sociali al Fanti di Carpi, al posto dell’indirizzo socio-psico-pedagogico, ma anche un corso per perito informatico al Levi di Vignola, un indirizzo commerciale linguistico al Luosi di Mirandola e uno per geometri al Calvi di Finale, oltre a un indirizzo di fisica industriale al Vinci di Carpi e un nuovo tecnico agrario allo Spallanzani di Castelfranco.

Nel corso del dibattito Giliola Pivetti (Ds) ha sollecitato l’introduzione di un nuovo indirizzo musicale nel liceo Fanti di Carpi, una proposta criticata da Enrichetta Annovi (FI) perché "è più opportuno valorizzare l’istituto musicale Tonelli". Su questo tema Bergianti ha spiegato che l’attivazione di questo tipo di indirizzo al liceo di Carpi, come quella al Sigonio di Modena, non fa parte del pacchetto perché "è una proposta emersa nella fase di consultazione che condividiamo, ma, trattandosi di introdurre un indirizzo non presente in provincia, serve l’intesa preventiva con la Regione".

Il Consiglio ha approvato anche un documento di Alfredo Silvestri (RC) che impegna la Giunta ad occuparsi degli indirizzi dei periti industriali, dei geometri e del settore turistico-alberghiero.

ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 31 ottobre 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005