News

Comunicati Stampa

Salta il menù di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · Istruzione

Comunicato stampa N° 992 del 12/09/2002

inizio dell’anno scolastico \ 3 – lavori per 8 milioni di euro
unificazione delle sedi e più laboratori nelle superiori

Per ogni studente delle superiori modenesi quest’anno ci sono a disposizione circa cinque metri quadrati e mezzo di spazi didattici, con un aumento dei laboratori che passano da 550 a 562, mentre il numero delle aule rimane fermo, rispondendo comunque alle esigenze dovute all’aumento delle classi.

Buona parte delle opere terminate e i cantieri in via di conclusione hanno come obiettivo principale il miglioramento della dotazione logistica delle scuole "anche attraverso un percorso di unificazione delle sedi" come sottolinea Claudio Bergianti, assessore provinciale all’Istruzione e alla formazione professionale, ricordando l’intervento che ha permesso di realizzare un’unica sede per il liceo Muratori utilizzando un’ala del Barozzi e collegandola con una passerella di 25 metri al liceo che sarà pronta la prossima settimana. I lavori, compresi interventi di adeguamento normativo antincendio, sono costati circa 800 mila euro.

Nel corso dell’estate sono stati una trentina i cantieri aperti nelle scuole superiori con interventi conclusi o in via di ultimazione per oltre cinque milioni di euro, mentre si concludono nei prossimi mesi altri lavori per quasi tre milioni di euro. "Prosegue, infatti, il programma di interventi che ha già consentito di dotare tutte le scuole di edifici nati per ospitare l’attività didattica – commenta Andrea Casagrande, assessore provinciale all’Edilizia – e che prevede, tra l’altro, di rispettare la scadenza del 2004 per la messa a norma di tutte le strutture".

Tra i lavori conclusi da segnalare, in particolare, la palestra per il polo di Sassuolo (un milione e 300 mila euro, i tendoni divisori saranno installati entro ottobre), ristrutturazioni e messe a norma per l’Iti e l’Ipsia Corni (quasi un milione e 300 mila euro, entro ottobre sarà concluso anche l’ascensore della palazzina D), adeguamenti al Barozzi e la sostituzione di serramenti (circa mezzo milione di euro), altri interventi a Deledda, al Cattaneo, al Vallauri, al Selmi e impianti di illuminazione e sicurezza a Finale, Carpi e Mirandola.

Stanno invece per essere terminati i lavori nella sede storica dell’istituto Venturi (la scuola sarà pienamente disponibile dalla fine di settembre, l’intervento è ostato 750 mila euro), mentre è fissata tra gennaio e febbraio la fine dei lavori nel polo di Mirandola dove l’ampliamento dell’istituto Luosi, che accoglierà le classi dell’ex Cattaneo attualmente in un edificio demaniale, prevede otto nuove classi con un costo complessivo di circa 360 mila euro. Al Galilei, per far fronte all’aumento della popolazione scolastica, stanno costruendo invece 12 nuove classi per un importo superiore al milione di euro.

Nel corso del prossimo anno inizieranno gli interventi già previsti per quasi dieci milioni di euro. Sono in programma, tra l’altro, i lavori sul Polo di Vignola (oltre due milioni e 200 mila euro), su quello di Pavullo (tre milioni e 560 mila euro) e la costruzione di una nuova palestra a Finale Emilia (costo un milione e 260 mila euro).

 

 

 

Edilizia scolastica

istituti pubblici*

anno scolastico 2001/02

anno scolastico 2002/03

Studenti

 

23.079

23.459

Classi

 

1.068

1.082

Aule

1.118

1.108

Laboratori

 

550

562

 

 

 

 

Sedi

 

49

48

Superfici mq

130.706

129.759

Parametri

Mq / studenti

5,66

5,53

Aule e laboratori / Classi

1,56

1,54

      *Scuole statali e paritarie degli enti locali (istituto Fermi)

Proprietà dell'articolo
data di creazione: giovedì 12 settembre 2002
data di modifica: giovedì 25 agosto 2005