News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2001 · Istruzione

Comunicato stampa N° 426 del 18/04/2001

diritto allo studio, un piano per quasi 3 miliardi \ 1
raddoppia il sostegno all'handicap per circa 1500 alunni

Sono più che raddoppiate rispetto allo scorso anno le risorse assegnate ai progetti per favorire l’inserimento e l’integrazione di studenti con handicap nelle scuole modenesi, dalle materne alle superiori. Il piano provinciale 2001 per il diritto allo studio, infatti, assegna oltre un miliardo a questo tipo di attività (nel 2000 erano stati 422 milioni) che riguardano quasi 1500 ragazzi, circa uno ogni 50 studenti.

Il piano nel suo complesso prevede interventi per quasi tre miliardi con contributi a progetti di qualificazione scolastica (comunicato n. 427), finanziamenti per interventi nei servizi (trasporti, scuolabus, mense) e a queste risorse si aggiunge un altro miliardo per gli assegni di studio a chi frequenta le superiori.

Il piano è definito e gestito direttamente dalla Provincia di Modena sulla base degli indirizzi fissati dalla Regione. )La scelta di fondo – commenta l’assessore all’Istruzione Claudio Bergianti – è stata quella di fornire un supporto agli istituti che, nell’era dell’autonomia scolastica, si trovano ad affrontare i problemi più complessi come quelli dell’handicap e del disagio. Ha ancora senso oggi, infatti, parlare di diritto allo studio anche in una società ricca ed evoluta come la nostra. Rimangono necessari interventi per eliminare ostacoli economici e culturali al diritto di ogni ragazzo a un’istruzione, così come servono iniziative tese ad assicurare a tutti la migliore qualità dei risultati).

Nei contributi per l’handicap il supporto maggiore è stato fornito ai Comuni più piccoli. Il sostegno riguarda le spese per il personale educativo e assistenziale, così come per quello di supporto (complessivamente 546 operatori), ma anche per i trasporti speciali e gli ausili didattici. Il costo complessivo dell’intervento comunale supera i nove miliardi.

Per i servizi di trasporto scolastico sono previsti fondi per 836 milioni assegnati ai Comuni sulla base di nuovi criteri che tengono maggiormente conto dei chilometri effettivamente percorsi e delle realtà montane. Altri 257 milioni sono assegnati ai servizi residenziali, mentre 460 milioni sono destinati a investimenti nel settore del trasporto scolastico oppure per le mense.

ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: mercoledý 18 aprile 2001
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005