News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2001 · Bilancio

Comunicato stampa N° 483 del 04/05/2001

prima variazione di bilancio della provincia
30 miliardi in più per viabilità e trasporti pubblici

á

Ammonta a oltre 38 miliardi la prima variazione generale del bilancio di previsione 2001 della Provincia. La manovra si è resa necessaria per l’aumento dell’entrate (30 miliardi e 300 miliardi) legate al recepimento di nuove funzioni: infatti nuovi decreti stabiliscono interventi e risorse disponibili per le gli enti locali.

La variazione è stata approvata dal Consiglio provinciale di Modena nel corso dell’ultima seduta con i voti della maggioranza di centrosinistra (Ds, Ppi e Democratici); contrarie le minoranze di centrodestra (Fi, An Ccd, Lega nord) e Rc.

"Le Province si stanno predisponendo – sottolinea il presidente della Provincia di Modena Graziano Pattuzzi – alla gestione delle nuove funzioni, prima in carico allo Stato, in modo efficiente, anche autofinanziando interventi ed investimenti sul territorio. É partita una nuova scommessa legata al ruolo di interfaccia diretto delle province con i cittadini soprattutto sul lavoro e la viabilità".

Delle risorse aggiuntive legate al trasferimento di nuove funzioni, oltre 18,7 miliardi andranno a finanziare i servizi locali di trasporto pubblico, altri 8,6 per la gestione delle strade Anas, passate alla gestione della Provincia e oltre 755 milioni per la gestione ambientale e della protezione civile.

La variazione è anche l’occasione per la destinazione di parte dell’avanzo di amministrazione (1 miliardo e 163 milioni) che sarà investito nell’edilizia scolastica (660 milioni), viabilità (310 milioni) e informatica (64 milioni).

Da registrare anche maggiori entrate per 916 milioni, legate al conguaglio più che positivo sull’addizionale sul consumo dell’energia elettrica delle aziende: parte di queste risorse copriranno interventi su nuove competenze passate dallo Stato alle Province tra cui il finanziamento di progetti sulle strade ex Anas e la realizzazione di piano complessivo legato alle onde elettromagnetiche.

Durante il dibattito Cesare Falzoni (An) ha evidenziato "l’eccessiva pressione fiscale della Provincia, con questo avanzo ora sarebbe opportuno ridurre l’aliquota dell’imposta di trascrizione sugli autoveicoli". Per Alfredo Silvestri (Rc) "la Provincia non riesce a riscuotere per tempo e a spendere con tempestività".Un giudizio respinto da Brunella Piccinini (Ds) secondo la quale la Provincia, invece, "funziona bene e sta crescendo come quantità di risorse gestite e competenze".

ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: venerdý 4 maggio 2001
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005