News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2017

8 marzo 2017

Rinnovato il Protocollo contro la violenza sulle donne

In occasione dell'8 marzo, Giornata internazionale della donna, è stato presentato nella sede della Prefettura di Modena, il rinnovo del "Protocollo d'intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione ed al contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne".

Il documento aggiorna l'analogo atto firmato nel marzo del 2007, prima esperienza in Italia.

Il Protocollo coinvolge Provincia, Comune di Modena, Questura,  Carabinieri, Unioni dei Comuni, Aziende sanitarie, Ufficio scolastico provinciale, Centri antiviolenza e Gruppo donne e giustizia e per la prima volta l'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

L'intesa in questi anni ha consentito di avviare e migliorare la rete dei presidi in tutti i distretti sanitari del territorio, dei due Centri antiviolenza a Modena e Carpi e relativi otto sportelli territoriali, il Centro Ldv "Liberiamoci dalla violenza" dell'Ausl dedicato all'accompagnamento al cambiamento per gli uomini, la formazione degli operatori, la collaborazione tra le varie componenti pubbliche e private in un'ottica di prevenzione, oltre a favorire le azioni di presidio e difesa, potenziare l'assistenza  e il supporto psicologico per le vittime di violenza  e promuovere diverse iniziative e campagne. 

Le iniziative hanno avuto un notevole impulso in questi ultimi anni anche grazie alla legge regionale sulla Parità e contro le discriminazioni del 2014 e successivo Piano regionale contro la violenza di genere del 2016.

Nell'ambito del Protocollo è nato anche il nuovo Osservatorio modenese sulla violenza di genere, un sistema informativo provinciale con l'obiettivo di approfondire lo studio del fenomeno e valutare l'efficacia della risposta, da parte della rete dei servizi presenti a livello territoriale e distrettuale.

Il progetto è promosso dalla Provincia di Modena con la partecipazione della rete dei servizi sociosanitari e soggetti firmatari.

Questo strumento, infatti,  è coerente con gli obiettivi del Protocollo d'intesa prefettizio e si attua attraverso l'attività di un gruppo tecnico di lavoro formato da Provincia, Prefettura, Regione Emilia Romagna, Ausl di Modena, Policlinico di Modena, Ospedale di Sassuolo, gli uffici di piano delle Unioni dei Comuni e dei Comuni modenesi, la Conferenza territoriale sociale e sanitaria della provincia di Modena, l'Ufficio scolastico regionale di Modena, l'Università di Modena e Reggio Emilia, i Centri e gli sportelli antiviolenza del territorio modenese, l'Associazione Donne e Giustizia di Modena.

Alle prime elaborazioni dei dati sul fenomeno nel modenese, raccolti dalla rete dei servizi sanitari e consultori, in futuro si aggiungeranno ulteriori informazioni fornite da altre fonti in corso di raccolta ed elaborazione; come prevede il progetto tutti i dati confluiranno nel sistema informativo che sarà accessibile tramite un portale internet dedicato che sarà attivo nelle prossime settimane.

Il progetto dell'Osservatorio rientra tra le competenze assegnate alle Province dalla legge di riordino dove figurano anche le Pari opportunità e  l'elaborazione  dei dati e l'assistenza tecnica ai Comuni, oltre alla viabilità, edilizia scolastica, istruzione e pianificazione territoriale.

Documentazione allegata

Allegati

Il testo del nuovo Protocollo
data dell'ultimo aggiornamento: mercoledý 8 marzo 2017
Protoc Prefett 2017.pdf (1752Kb)
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: mercoledý 8 marzo 2017
data di modifica: giovedý 9 marzo 2017