News

Comunicati Stampa

Salta il menù di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 398 del 23/7/2013

consiglio, sì a odg di solidarietà a shalabayeva

“ne auspichiamo l’immediato ritorno in italia”

Solidarietà ad Alma Shalabayeva e a sua figlia Alua Ablyazova è stata espressa dal Consiglio provinciale di Modena con un ordine del giorno che ne auspica anche l'immediato ritorno in Italia, "Paese che avevano scelto perché tutelasse la loro libertà". Il documento, proposto da Patrizia Cuzzani (gruppo Misto), è stato approvato con il voto favorevole di gruppo Misto, Pd e Lega nord. Astenuta l'Udc. I gruppi del Pdl e dell'Idv non hanno partecipato al voto dopo che il capogruppo Pdl Dante Mazzi aveva posto una questione pregiudiziale per non discutere il documento contestandone la dichiarata urgenza e l'inserimento irrituale all'ordine dei lavori. Dello stesso parere Fabio Vicenzi (Udc), che poi si è astenuto, il quale ha affermato che «non possono essere i singoli consiglieri, in base a motivazioni personali, a stabilire cosa è urgente e cosa no», aggiungendo che «se anche il Consiglio provinciale di Modena non si esprime su questo tema proprio oggi non è che facciamo un torto a qualcuno». D'accordo anche Sergio Pederzini (Idv) che ha dichiarato che per questo motivo non avrebbe partecipato al dibattito. Il presidente del Consiglio provinciale Demos Malavasi ha invece ammesso la discussione dell'argomento come urgente in quanto «si tratta di un tema all'attenzione dell'opinione pubblica in queste ore e il prossimo Consiglio cadrà dopo la pausa estiva».

Aprendo il dibattito nel merito, Dante Mazzi ha dichiarato di «non poter dare solidarietà a queste persone perché la situazione è molto ingarbugliata e nebulosa e elemento oggettivo di tutta la vicenda è che la signora stava in Italia da un anno e non aveva chiesto asilo politico». Anche per Fabio Vicenzi (Udc) «la situazione non è chiara ed è quindi prematuro prendere posizione. Registro solo - ha concluso il consigliere - che l'ordine del giorno era così urgente che la stessa proponente non ha espresso una parola di merito sull'argomento». Grazia Baracchi (Pd), annunciando il voto favorevole del proprio gruppo, si è augurata che «si faccia luce su una vicenda non chiara che ha visto comunque due donne portate via in modi dubbi».

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
23/7/2013
Numero
398
Ora
14,45
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
Proprietà dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: martedì 23 luglio 2013
data di modifica: martedì 23 luglio 2013