News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2014

17 febbraio 2014

Alluvione - Ricognizione dei danni, al momento non servono perizie

I cittadini e le imprese che hanno subito danni a causa dell’alluvione non devono al momento produrre perizie. L'Agenzia regionale di protezione civile conferma che basta compilare le schede e inviarle ai Comuni entro il 28 febbraio

Immagine corrente

I cittadini e le imprese che hanno subito danni a causa dell'alluvione non devono al momento produrre perizie giurate o asseverate: è sufficiente che compilino le apposite schede, descrivendo e quantificando i danni, e allegando la documentazione raccolta (per esempio fotografie).

È quanto ribadisce l'Agenzia regionale di protezione civile, raccomandando di conservare comunque tutta l'eventuale documentazione utile (come scontrini fiscali, fatture), anche se non inviata, comprovante il contenuto delle autocertificazioni relative al danno e ai ripristini qualora eseguiti.

A questo scopo la Regione ha messo a punto quattro schede per effettuare la ricognizione di edifici pubblici, abitazioni private, infrastrutture, opere di sistemazione idraulica, aziende agricole e agroindustriali: devono essere compilate e trasmesse ai Comuni entro il 28 febbraio 2014.

La ricognizione riguarda sette comuni nella provincia di Modena (Bastiglia, Bomporto, Camposanto, San Felice, Finale, San Prospero, Medolla) e quattro frazioni del Comune di Modena (San Matteo, La Rocca, Albareto e Navicello).

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
fonte: Regione Emilia Romagna
data di creazione: lunedý 17 febbraio 2014
data di modifica: martedý 18 febbraio 2014