News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2012

22 agosto 2012

Festa di San Bartolomeo

A Fiumalbo il 23 e 24 agosto si festeggia il Santo patrono secondo la tradizione secolare. La sera della vigilia lumi e fiaccole illuminano le vie del borgo medievale e il fiume, di contorno alla processione e ai fuochi d'artificio. Il 24 si tiene la fiera.

Immagine corrente
A Fiumalbo tra giovedì 23 e venerdì 24 agosto si festeggia il Santo Patrono San Bartolomeo Apostolo. Si tratta di un evento che si ripete da secoli, uno spettacolo affascinante in cui tutto il paese viene illuminato a fiamma viva.

La sera della vigilia, giovedì 23 agosto, a partire dalle ore 20 torce, lumi, fiaccole e candele illuminano le vie dell’antico borgo medievale. Surreale è la visione del fiume, sul quale ardono migliaia di lumini, che lo trasformano in un corso d’acqua incandescente. Suggestiva è anche la visione dell’antica Rocca che sovrasta il paese: il promontorio dove si erge viene completamente illuminato con grosse fiaccole. La magia del paesaggio fa da cornice alla Processione con la statua del Santo accompagnata dalle antiche Confraternite dei Bianchi e dei Rossi, nei tradizionali costumi e con stendardi che si conservano da secoli. Presso la chiesa di San Bartolomeo alle 21 si tiene il concerto di Michel Mulhauser (tenore) e Davide Burani (organo), nell'ambito della rassegna Note del Romanico. Conclude la serata un grande spettacolo pirotecnico.

Venerdì 24 agosto, giorno che il calendario dedica a San Bartolomeo, ha luogo la tradizionale fiera con le bancarelle per le vie del paese. In mattinata alle 11 presso la chiesa parrocchiale, in occasione della celebrazione del Santo Patrono è previsto un commento musicale sempre con Michel Mulhauser (tenore) e Davide Burani (organo). La sera alle 21 si concludono i festeggiamenti con una grande tombolata nel centro storico, a cui tutti possono partecipare.

A Fiumalbo la chiesa intitolata a San Bartolomeo è stata eretta nelle sue attuali forme nel 1592, come avverte un'iscrizione incisa sull'architrave della porta principale. La stessa iscrizione riporta un'altra data, il 1220, ed è probabile che questo sia l'anno di consacrazione di una primitiva chiesa tardoromanica, sui cui resti è stata poi eretta l'attuale chiesa parrocchiale dedicata al Santo patrono. Dell'antica chiesa rimangono alcuni elementi scultorei, mentre bellissimo e ben conservato è l'architrave del portale.
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: mercoledý 22 agosto 2012
data di modifica: mercoledý 22 agosto 2012