News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2012

3 agosto 2012

Terremoto – Istituto Venturi di Modena su quattro sedi

Aule e laboratori per gli studenti del Venturi in via Rainusso e in via Sgarzeria, accanto alle sedi di via Belle Arti e via Sant’Orsola

Immagine corrente

Una sede provvisoria in via Sgarzeria, a pochi metri di distanza da quelle di via Belle Arti e via Sant'Orsola, e una ulteriore dotazione di aule e laboratori in via Rainusso. E' questa la soluzione individuata dalla Provincia per garantire agli studenti del Venturi di Modena lo svolgimento regolare del prossimo anno scolastico, nonostante l'inagibilità totale della sede di via dei Servi, lesionata gravemente dal terremoto.

«Non è stato semplice risolvere questa situazione nei tempi strettissimi a disposizione - spiega Elena Malaguti, assessore provinciale all'Istruzione - perchè l'istituto aveva necessità non solo di un numero rilevante di aule, ma anche di laboratori per svolgere l'attività didattica. Con la soluzione adottata si è scongiurato il rischio di dover ricorrere a prefabbricati da collocare necessariamente in un'area periferica della città».

Dal prossimo anno scolastico, quindi, il Venturi sarà strutturato su 4 sedi, due delle quali - in via Sant'Orsola e via Belle Arti - utilizzate già in precedenza. In via Belle Arti sono stati avviati nei giorni scorsi dei lavori - il cui termine è previsto per la fine di agosto - per risolvere alcuni problemi causati dal sisma.

A queste due sedi si aggiungeranno da settembre altri due poli: uno in via Sgarzeria e uno in via Rainusso. In via Sgarzeria, all'interno di un edificio già in passato utilizzato come scuola e per il quale la Provincia ha stipulato un contratto di affitto biennale, verranno ricavate 21 aule e 6 laboratori oltre a spazi per segreterie, aule insegnanti e depositi. «Per rendere l'idoneo l'edificio - spiega l'assessore provinciale ai Lavori pubblici Egidio Pagani - saranno necessari lavori di ristrutturazione per la nuova suddivisione degli spazi interni, la realizzazione di bagni e servizi, le verifiche strutturali e gli adeguamenti normativi, il rifacimento dell'impianto elettrico e rete Lan e il rifacimento dell'impianto di riscaldamento,  per un costo complessivo di 480mila euro».

I lavori inizieranno nei prossimi giorni per concludersi in tempo utile per l'avvio del nuovo anno scolastico. Non richiede, invece, interventi significativi l'ulteriore sede messa a disposizione dalla Provincia in via Rainusso, in una porzione di immobile in affitto, già in precedenza utilizzata come sede scolastica, dove sono disponibili altre 10 aule, 2 laboratori e alcuni uffici. Infine, è in fase di approfondimento anche l'opzione di attivare dei laboratori presso l'ex ospedale in largo Sant'Agostino.

ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e web
fonte: Ufficio stampa
data di creazione: venerdý 3 agosto 2012
data di modifica: venerdý 3 agosto 2012