News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2011 · Lavoro

Comunicato stampa N° 380 del 28/4/2011

meno infortuni \ 2 – calano anche i mortali

ecco le principali cause in edilizia e agricoltura

Negli ultimi cinque anni la media degli incidenti sul lavoro con esito mortale è di 5,6 all'anno con un miglioramento rispetto al 9,2 dei cinque anni precedenti (2001-2005) al 12 del periodo 1996-2000 e al 12,8 dei cinque anni precedenti (1991-1995). Secondo il Rapporto annuale sull'andamento degli infortuni curato da Provincia di Modena, Azienda Usl e Inail i settori dove il miglioramento è stato più sensibile già a inizio decennio sono quelli del ceramico e dell'agricoltura, mentre nell'edilizia è solo negli ultimi cinque anni che assume valori significativi la riduzione della mortalità «anche grazie a un'analisi dettagliata delle cause di questi infortuni - spiegano gli esperti - sulle base della quale viene impostata l'attività di prevenzione».

Da una ricerca sviluppata sugli ultimi 13 anni di incidenti mortali (dal 1998 al 2010) risulta, per esempio, che in edilizia le cause più frequenti di decesso, siano state le cadute dall'alto da coperture e da aperture nei muri e solai (dieci casi), da ponteggi (cinque casi) e da scale (due casi), per un totale di 17 casi su 35, seguite dall'investimento da macchine operatrici (quattro casi) e da folgorazione con macchinari elettrici (tre casi).

In agricoltura, invece, le cause principali sono state lo schiacciamento da parte del trattore (13 casi su 32, di cui nove da ribaltamento in zone declivi), schiacciamento da altre attrezzature di lavoro (quattro casi), l'impigliamento in attrezzature di lavoro (in quattro casi: cardano, zappatrice, coclea di silos e rotoimballatrice), l'essere colpiti da materiali (cinque casi di cui tre sono stati alberi), la caduta dall'alto (da scale in due casi e da terrapieno in un caso) e il coinvolgimento di animali (due casi di shock da puntura di api e uno schiacciamento da mucca). In oltre quattro casi su dieci si è trattato di lavoratori autonomi: titolari d'azienda, soci o collaboratori familiari, in tre occasioni anche pensionati.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
28/4/2011
Numero
380
Ora
17.00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: giovedý 28 aprile 2011
data di modifica: giovedý 28 aprile 2011