News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2011 · Agricoltura

Comunicato stampa N° 1157 del 15/12/2011

piano rurale\1- per le energie alternative e viabilità

partono oltre 70 cantieri con investimenti di 16 mln

Oltre cinque milioni di euro di contributi alle aziende agricole di tutto il territorio provinciale e ai Comuni montani attiveranno nel 2012 investimenti per oltre 16 milioni di euro, consentendo l'apertura di 78 cantieri. L'opere vanno dagli impianti aziendali per produrre energia con scarti vegetali, agli interventi sulla viabilità comunale della montagna, fino allo sviluppo delle energie alternative di provenienza agricola negli edifici pubblici soprattutto in Appennino.

Le risorse sono comprese nell'asse 3 del Piano di sviluppo rurale della Provincia di Modena dedicato al miglioramento della qualità della vita nella zone rurali e alla promozione della diversificazione dell'economia.

E giovedì 15 dicembre nella sede della Provincia di Modena è stato sottoscritto l'accordo da tutti i beneficiari come previsto dalle procedure di assegnazione.

«Dall'agricoltura arriva un'autentica boccata di ossigeno - sottolinea Giandomenico Tomei, assessore provinciale all'Agricoltura - per l'economia agricola soprattutto della montagna. I cantieri che apriranno rappresentano una opportunità di lavoro ma sono anche l'occasione per qualificare ulteriormente le nostre aziende agricole, all'insegna della diversificazione e delle energie alternative».   

Sono 32 infatti le aziende agricole che realizzeranno impianti fotovoltaici o a biomasse per produrre energia elettrica con un investimento di oltre dieci milioni di euro e un contributo di due milioni e 384 mila euro.

Altre cinque centrali a biomasse per produrre acqua calda negli edifici pubblici saranno realizzate dai Comuni di Fanano, Frassinoro, Lama Mocogno, Pievepelago e Sestola con un contributo di oltre un milione e 200 mila euro dalla Provincia di Modena (Pievepelago e Fanano hanno già ottenuto il contributo, per gli altri tre Comuni le risorse arriveranno nel 2012). I progetti dei Comuni coinvolgono anche otto aziende agricole della montagna che forniranno le materie prime per far funzionare piccoli impianti di teleriscaldamento con caldaia a cippato che produrranno una potenza complessiva di 2300 kw.

Oltre alle biomasse, sono previste risorse agli enti locali e alle aziende di servizio per migliorare la rete stradale, quella acquedottistica e il recupero di edifici rurali per attività pubbliche (vedi comunicato n.1158).

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
15/12/2011
Numero
1157
Ora
16,10
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: giovedý 15 dicembre 2011
data di modifica: giovedý 15 dicembre 2011