News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2011 · Agricoltura

Comunicato stampa N° 972 del 14/10/2011

mela campanina, provincia “affida” 500 nuove piante
domenica 16 ottobre a s.possidonio consegna e festa

Una settantina di agricoltori modenesi metteranno a dimora oltre 500 piante di mela campanina "affidate" gratuitamente dalla Provincia di Modena nell'ambito di un progetto di recupero di questa antica varietà, tipica della pianura modenese.

La consegna delle piante avviene nel pomeriggio di domenica 16 ottobre a S.Possidonio nel corso di una vera e propria festa dedicata a questo frutto alla quale partecipa anche Giandomenico Tomei, assessore provinciale all'Agricoltura.

Il programma prevede, tra l'altro, la presentazione di una ricerca degli studenti dell'istituto Calvi di Finale Emilia proprio sulla mela campanina (ore 15 nella sede del Comune) seguita da uno spettacolo di racconti e filastrocche dedicate alla "mela della nonna" con l'attrice Franca Loviano.

In piazza Andreoli apre tutto il giorno il mercato contadino; previsti anche laboratori sulla sana alimentazione, giochi per bambini, degustazioni e una mostra pomologica.

Durante tutto il mese di ottobre, inoltre, i ristoranti della zona propongono piatti a base di mela campanina preparati secondo antiche ricette (tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.comune.sanpossidonio.mo.it)   

La spesa complessiva del progetto della Provincia sulla mela campanina è di circa 12 mila euro, sostenuta anche dalla Regione Emilia Romagna con i fondi dedicati alle biodiversità.

Con l'affidamento delle piante, gli agricoltori si impegnano a preparare il terreno per la messa a dimora, mantenendo il frutteto per almeno dieci anni, oltre a esser disponibili per iniziative informative e didattiche.

Nel modenese sono circa otto gli ettari coltivati a mela campanina per una produzione totale di circa mille quintali, soprattutto nella zona tra S.Possidonio e Mirandola.

Nella tradizione gastronomica modenese questa varietà viene in genere utilizzata dopo cottura e nella preparazione di torte.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
14/10/2011
Numero
972
Ora
13
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: venerdý 14 ottobre 2011
data di modifica: venerdý 14 ottobre 2011