News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2011

17 novembre 2011

Fiaccolata della Memoria

Il 19 novembre a Monchio di Palagano e presso il Parco della Resistenza Monte Santa Giulia è in programma una manifestazione per commemorare le vittime della Strage di Monchio, Susano, Costrignano e Savoniero, compiuta dai nazisti il 18 marzo del 1944.

Immagine corrente
Sabato 19 novembre nel comune di Palagano a Monchio e presso il Parco della Resistenza Monte Santa Giulia è in programma la Fiaccolata della Memoria, una manifestazione organizzata in commemorazione delle vittime della Strage di Monchio, Susano, Costrignano e Savoniero, compiuta dai nazisti della divisione "Herman Goering" il 18 marzo del 1944.

E' presente all'iniziativa l'avvocato Andrea Speranzoni, che ha assistito la Provincia di Modena, il Comune di Palagano e numerose altre parti civili, tra cui l'Anpi, la Regione Emilia Romagna e gli 89 famigliari delle vittime, nel corso del processo contro la strage che si è tenuto negli ultimi 2 anni presso il Tribunale militare di Verona. Dopo 52 udienze, con sentenza di primo grado emessa lo scorso 6 luglio, per l'eccidio di 140 civili nel modenese sono stati condannati all'ergastolo Helmut Odenwald, 91 anni, capitano, comandante della decima batteria artiglieria contraerea, Ferdinand Osterhaus, 93 anni, all'epoca sottotenente, e il caporale Alfred Lühmann, 86 anni. In base alla sentenza sono previsti risarcimenti per le parti civili sia a favore degli enti locali modenesi e dell'Anpi per oltre 300 mila euro (100 mila alla Provincia di Modena e 200 mila al Comune di Palagano), sia per i famigliari delle vittime.

Il programma del 19 novembre prevede la partenza della Fiaccolata della Memoria alle 16.30 da Savoniero, davanti al Monumento a Don Sante Bartolaid: un gruppo di podisti delle associazioni locali faranno tappa presso alcuni luoghi simbolo della strage, con arrivo alle 17.30 a Monchio in Piazza dei Caduti, dove sono in programma letture di testimonianze dei sopravvissuti alla strage. Alle 18.15 ci si sposta al Parco provinciale della Resistenza Monte Santa Giulia, sempre a Monchio, dove si tiene una Cerimonia in memoria delle vittime con la presenza delle Autorità. In questa sede interviene l'avvocato Andrea Speranzoni che spiegherà ai convenuti le motivazioni della sentenza del Processo di Verona per la strage di Monchio, Susano, Costrignano e Savoniero e inviterà a firmare la petizione per il conferimento della medaglia d'oro al Valor Civile al Comune di Palagano.

In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà interamente presso il cinema parrocchiale di Savoniero a partire dalle 16.30.

L'iniziativa è promossa dal Comune di Palagano in collaborazione con Associazione famigliari delle vittime di Monchio, Istituto storico di Modena, Anpi Provinciale, Anpi Palagano e Consorzio Valli del Cimone, con il patrocinio di Assemblea legislativa Regione Emilia Romagna, Provincia di Modena, Comuni di Frassinoro, Ligonchio, Montefiorino, Polinago, Prignano, Toano e Villa Minozzo.

Nel corso del Processo di Verona centinaia di testimoni sono intervenuti a deporre sugli episodi di eccidi di civili che tra il marzo e il maggio del '44 avevano connotato le politiche di repressione da parte dei nazisti del movimento partigiano in tutta l'area dell'Appennino tosco-emiliano. In particolare, le deposizioni dei numerosi testimoni tedeschi appartenuti alle formazioni che avevano attuato gli eccidi, hanno confermato la dettagliata pianificazione delle stragi, comprovando il ruolo rilevante svolto dagli ufficiali e sottufficiali che comandavano le compagnie, i plotoni e le squadre responsabili di rastrellamenti e massacri. La 5ª Compagnia, comandata dall'imputato Ferdinand Osterhaus, condannato all'ergastolo, fu quella che appoggiò l'avanzata della 2ª e della 4ª muovendo da Savoniero e sparando con l'artiglieria verso gli abitati di Costrignano e Susano. Il capitano Odenwald, comandò invece i pezzi di artiglieria della 10ª Batteria, che da Montefiorino spararono alle prime luci dell'alba del 18 marzo 1944 sulle abitazioni dei civili. Dopo i bombardamenti venne effettuato il rastrellamento casa per casa, e tutte le abitazioni incontrate vennero razziate e depredate, le persone, tutti umili cittadini, vennero passate per le armi nei luoghi in cui venivano sorpresi. Alla fine di questa tragica giornata si conteranno 129 cadaveri: 71 a Monchio, 34 a Costrignano e 24 a Susano cui si devono aggiungere 7 civili uccisi senza apparente motivo nei giorni immediatamente prima e dopo la strage che portano il totale a 136 morti. Tra questi, vi sono 6 bambini di età inferiore ai dieci anni, 7 ragazzi tra i dieci ed i sedici, 7 donne di cui una all’ultimo mese di gravidanza, 20 anziani ultra sessantenni di cui uno semi paralizzato. Gli imputati della strage di Monchio, Susano, Costrignano e Savoniero hanno ricevuto nella stessa udienza del 6 luglio 2011 altri ergastoli per le stragi di Mommio in provincia di Massa Carrara, Cervarolo nel Reggiano e Stia ad Arezzo. 

Per informazioni:
Comune di Palagano
tel. 0536.970918 - 328.2473358
email sindaco@comune.palagano.mo.it

Documentazione allegata

Allegati

Il programma della manifestazione
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 17 novembre 2011
fiaccolata-memoria.pdf (904Kb)
ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e Web
fonte: Ufficio Stampa
data di creazione: giovedý 17 novembre 2011
data di modifica: giovedý 17 novembre 2011