News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2011

14 novembre 2011

Emergenza sfratti

180 mila euro per l’accordo provinciale per aiutare le famiglie in difficoltà. 150 mila euro dalla Regione per Modena” gli altri 30 mila assicurati dalla Provincia

Immagine corrente

Di fronte all'emergenza sfratti, l'applicazione dell'accordo provinciale sottoscritto lo scorso anno viene rilanciata con un contributo aggiuntivo di 180 mila euro, 150 mila dei quali da parte della Regione. Lo ha annunciato l'assessore regionale con delega per l'Edilizia Giancarlo Muzzarelli partecipando lunedì 14 novembre, nella sede della Provincia di Modena, a un incontro con i rappresentanti dei Comuni, dei sindacati e delle associazioni dei proprietari nel corso del quale l'assessore provinciale alle Infrastrutture Egidio Pagani ha assicurato anche gli ulteriori 30 mila euro «per dare contenuti concreti a un protocollo fino a ora non sufficientemente efficace rispetto a un'emergenza sociale che invece si fa sempre più forte».

L'assessore Muzzarelli ha sottolineato come l'intervento si inserisca in «una strategia sulle politiche abitative che, di fronte a tagli del governo per 590 milioni di euro al nostro bilancio, vede la Regione confermare l'impegno sulla casa. Stiamo lavorando su di una vera e propria "filiera dell'abitare" per definire nuove opportunità integrando l'impegno su Erp, Ers, giovani coppie, fondo per l'affitto, housing sociale, accordi con le organizzazioni dei proprietari. Il punto lo faremo al tavolo regionale del 24 novembre - ha aggiunto Muzzarelli - ma sul tema degli sfratti abbiamo già in corso una sperimentazione a Bologna e per il 2012 vorremmo avviare un percorso in accordo con l'Anci per realizzare patti in ogni provincia».

Da gennaio ad agosto 2011 gli sfratti per morosità a Modena sono stati 880, ben 166 in più rispetto allo stesso periodo del 2010 quando in tutto l'anno sono stati 1179. Nei due anni precedenti erano stati 1062 nel 2008 e 1479 nel 2009, l'anno in cui è esploso il fenomeno.

L'accordo modenese, da rivedere entro l'anno in alcuni aspetti, prevede un sostegno alle famiglie colpite da provvedimenti esecutivi per morosità dovute a situazioni lavorative difficili a seguito della crisi economica. I contributi economici a favore degli inquilini sono erogati per 12 mesi dai Comuni, nei quali, a loro volta, si impegnano a sospendere l'esecuzione degli sfratti.limiti delle disponibilità di bilancio, direttamente ai proprietari degli alloggi i

Oltre che dai Comuni, il protocollo promosso dalla Provincia è stato siglato dai sindacati degli inquilini (Sunia, Uniat, Sicet), dalle organizzazioni dei proprietari (Ape Confedilizia, Asppi, Uppi), dai sindacati confederali e da Acer.

ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e web
fonte: Ufficio stampa
data di creazione: lunedý 14 novembre 2011
data di modifica: lunedý 14 novembre 2011