News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2011

2 novembre 2011

Al via corsi formazione professionale per quasi 600 persone

Approvato dalla giunta della Provincia di Modena il piano della formazione per sostenere i giovani e i disoccupati over 45

Immagine corrente

Trenta percorsi formativi rivolti a quasi 600 persone con l'obiettivo di contrastare la disoccupazione degli adulti, in particolare gli over 45 a bassa scolarizzazione, e sostenere l'ingresso dei giovani nel mercato del lavoro.

Sono le caratteristiche del piano approvato nei giorni scorsi dalla giunta della Provincia di Modena, su proposta dell'assessore alla Formazione professionale e Lavoro Francesco Ori, per un valore di un milione e 533 mila euro con contributi provenienti dal Fondo sociale europeo e da finanziamenti nazionali e regionali. I corsi saranno attivati nelle prossime settimane. Per informazioni www.formazione.provincia.modena.it oppure ci si può rivolgere ai Centri per l'impiego, quello di Modena è in via delle Costellazioni 180, tel. 059 209977.

«Le azioni specifiche sono tre - spiega l'assessore Ori - e riguardano la formazione superiore dei giovani, per acquisire nuove competenze e rafforzare quelle ottenute a scuola o all'università, il reinserimento degli adulti nel mercato del lavoro, la formazione per chi già lavora e vuole difendere il proprio posto investendo in formazione. Insomma, concentriamo l'attività verso coloro che soffrono maggiormente l'attuale crisi economica, in particolare i giovani e i disoccupati over 45, perché in questo momento - sottolinea Ori - è necessario continuare a innovare, investire sul capitale umano e offrire un contributo alla coesione sociale».

La formazione superiore, in particolare, ha l'obiettivo di garantire ai giovani, disoccupati e inoccupati, l'ingresso nel mercato del lavoro con corsi rivolti all'acquisizione di ulteriori nuove competenze rispetto al percorso di studi già svolto in modo da adattare le conoscenze di cui si è già in possesso alle richieste delle imprese e ridurre i tempi di inserimento nel contesto lavorativo.

Sono rivolti invece alle persone maggiormente a rischio di espulsione dal mercato del lavoro, cioè gli over 45 con bassa professionalità, i percorsi di riqualificazione mirata e finalizzata all'inserimento lavorativo. Nell'ambito della formazione continua, invece, si collocano i percorsi di formazione orientati alla formazione di figure professionali capaci di gestire l'innovazione derivata dalla ricerca e le attività di trasferimento tecnologico. Per questi interventi si dà priorità ai lavoratori delle piccole e medie imprese e anche in questo caso a quelli più anziani e con le qualifiche più basse.

ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e web
fonte: Ufficio stampa
data di creazione: mercoledý 2 novembre 2011
data di modifica: mercoledý 2 novembre 2011