News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2010

29 novembre 2010

Olivo Barbieri, Opere scelte 1978 – 2010

Dal 4 dicembre 2010 al 9 gennaio 2011 il Palazzo dei Pio di Carpi ospita una mostra che propone le migliori opere fotografiche e tutti i film di Olivo Barbieri. Si tratta della prima retrospettiva dedicata a Barbieri dalla sua stessa città natale.

Immagine corrente
Sabato 4 dicembre 2010 alle 18 presso la loggia rinascimentale del Palazzo dei Pio a Carpi inaugura la mostra "Olivo Barbieri, Opere scelte 1978 – 2010". Si tratta della prima retrospettiva dedicata a Barbieri dalla sua stessa città natale. Olivo Barbieri è considerato uno dei più importanti artisti italiani contemporanei e le sue opere sono state esposte nei maggiori musei e nelle migliori gallerie d’arte del mondo. L'esposizione è visitabile fino a domenica 11 gennaio 2011.

La mostra è promossa dal Gruppo Fotografico Grandangolo BFI, è curata da Luca Panaro, ha il sostegno del Comune di Carpi e il patrocinio della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, della Provincia di Modena, della Regione Emilia Romagna e della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche). Tra gli sponsor Twin-Set Simona Barbieri, Nuovagrafica e Santimone Comunicazione. Hanno collaborato Associazione Culturale Betta Frigieri, BPER, Unipol Assicurazioni, Litoweb.

Nato nel 1954 a Carpi, città in cui vive e lavora, Olivo Barbieri matura il suo interesse per la fotografia a partire dal 1971. Su un arco di 32 anni di attività, dal 1978 al 2010 l’opera di Olivo Barbieri si delinea in quattro momenti principali: 1) la città europea e orientale letta attraverso la luce artificiale, 2) il racconto del frenetico sviluppo architettonico della Cina dal 1989, 3) il progetto site specific_ (fotografie e film) che racconta la forma della città contemporanea, e 4) la restituzione dell'iconografia di musei quali gli Uffizi, Capodimonte e il Louvre.

In particolare, Barbieri inizia il progetto "site specific_" nel 2003, coinvolgendo negli anni a seguire diverse città: in Italia Roma, Milano, Torino, Firenze, Napoli, Genova, Catania, L'Aquila, Monza, Siena, Modena, nel mondo Montreal, Amman, Las Vegas, Los Angeles, Shanghai, Pechino, Siviglia, New York, Brasilia. Per la realizzazione del progetto, seguendo un metodo messo a punto da diversi anni, Olivo Barbieri sorvola i luoghi prescelti con un elicottero, per riprendere le città dall'alto. Gira filmati di alcune ore e realizza fotografie con la tecnica della messa a fuoco selettiva, che gli permette di mantenere a fuoco solo alcuni punti dell'immagine: i paesaggi ripresi dall'alto appaiono come dei plastici, delle sorprendenti e stranianti visioni artificiali. La prospettiva dall'alto modifica la percezione della realtà e in alcuni casi, come nel progetto "site specific_Modena 08", presentato alla Galleria Civica di Modena nel maggio 2009, Barbieri mostra come uno stesso spazio possa essere osservato sotto diversi punti di vista, con rappresentazioni in contemporanea di visioni macroscopiche e microscopiche.

Opere di Barbieri sono presenti in musei e collezioni d'arte pubbliche e private in Europa e negli Stati Uniti, tra cui Museum Folkwang Essen, CAAC Centro Andaluz de Arte Contemporaneo Siviglia, San Francisco Museum of Modern Art, International Center of Photography (ICP) New York, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo Torino, GAM Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea Torino, Sondra Gilman Collection New York, Cisneros Fontanals Foundation Miami. I film di Olivo Barbieri sono stati presentati nei più importanti Film Festival e musei di tutto il mondo, tra cui Locarno Film Festival, Sundance Film Festival, Berlin Film Festival, MOMA di New York e Tate Modern di Londra. Nel 1993, 1995 e 1997 ha partecipato alla Biennale di Venezia.

La mostra carpigiana presenta una selezione delle opere fotografiche di Olivo Barbieri e per la prima volta la sua intera filmografia, ovvero dodici film a partire dalla serie "site specific_". L'elenco comprende site specific_ROMA 04; site specific_SHANGHAI 04; site specific_LASVEGAS 05; site specific_SEVILLA 06; site specific_MODENA 08; Seascape#1 Night, China Shenzhen, 05; Seascape#2 Castel dell’Ovo, Napoli, 06; Rivescape#1, Night, China Shanghai 2007; Beijing Sky del 2007; 5 Colori e TWIY del 2008 e Tuscany in 6 pieces del 2010. I film vengono proiettati su quattro grandi schermi nella suggestiva loggia rinascimentale di Palazzo dei Pio, in modo da formare quattro grandi coni di luce. Ideato dallo stesso Olivo Barbieri, l'allestimento, interpreta l’architettura rigorosa delle quattro logge creando punti di vista inaspettati.

Curato da Luca Panaro ed edito da Apm Edizioni, il catalogo della mostra "Olivo Barbieri, Opere scelte 1978 – 2010" presenta 51 immagini che ripercorrono in sintesi il lavoro dell’artista.

L'orario di visita è venerdì, sabato e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, martedì, mercoledì e giovedì dalle 10 alle 13 (solo su richiesta). Chiusura settimanale il lunedì, chiusura speciale il 25 dicembre e il 1° gennaio. Il biglietto intero di ingresso costa 5 euro, il ridotto 3 euro, con la possibilità di visitare anche il museo del Palazzo dei Pio.

Per informazioni:
Palazzo dei Pio
tel. 059.649955
email musei@carpidiem.it
ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e Web
fonte: Ufficio Stampa
data di creazione: lunedý 29 novembre 2010
data di modifica: lunedý 29 novembre 2010