News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2010

29 novembre 2010

Periferico

Da mercoledì 1 a domenica 12 dicembre a Modena va in scena la terza edizione di una rassegna dedicata alle periferie delle città e delle arti. In programma concerti, spettacoli, installazioni e performance. Si esibiscono oltre 50 artisti di 9 compagnie.

Immagine corrente

Da mercoledì 1 a domenica 12 dicembre a Modena va in scena la terza edizione del festival di incontri e performance contemporanee "Periferico", una rassegna dedicata alle periferie delle città e delle arti. Il programma della manifestazione prevede la partecipazione di oltre 50 artisti di 9 compagnie, che si esibiscono in 11 eventi, su 8 serate, in quartieri della periferia di Modena. Si tratta di concerti, spettacoli, installazioni e performance, che coinvolgono quattro luoghi fuori dal centro storico: lo Spaziolelune, nel quartiere Sacca (via Staffette Partigiane 31/b), Dead Meat/Iride Fixed e West Village Gallery al Villaggio Artigiano (rispettivamente via della Chiesa e via De’ Gavasseti) e Officina Emilia (via Tito Livio 1).

Il festival è promosso dall'associazione Amigdala, sostenuto dalla Circoscrizione 2 e dagli assessorati alla Cultura e alle Politiche giovanili del Comune di Modena, dagli assessorati alla Cultura della Provincia di Modena e della Regione Emilia-Romagna, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

"Periferico - spiega la curatrice Federica Rocchi - propone un programma aperto, decentrato, imprevisto dove si sono moltiplicati gli spazi e le periferie. Inoltre, quest'edizione del festival presenta numerose opere uniche, che nascono e crescono nei suoi luoghi senza limitarsi ad attraversarli". "Una rassegna - aggiunge Elena Malaguti - assessore provinciale alla Cultura - che valorizza luoghi inusuali, dando spazio e peso ai giovani artisti e alla riflessione sulla città".

Nel programma della rassegna ci sono tre progetti appositamente realizzati per il festival e un concerto-recital in anteprima assoluta. L’ingresso è gratuito con tessera dell’associazione Amigdala, che costa 2 euro e si può fare in loco. Data la disponibilità limitata di posti si consiglia di prenotare.

Periferico 2010 inizia mercoledì 1 dicembre alle 18.30 presso Officina Emilia con l’incontro dibattito Care city: la città sensibile.
Il primo fine settimana di spettacoli è ospitato dallo Spaziolelune: venerdì 3 dicembre dalle 21 la tradizionale festa di apertura Tea room vede alternarsi nove artisti locali in altrettante performance da 15 minuti l'una. Tra danza, musica, "melting pop" e teatro a fumetti, saliranno sul palco Maria Elena Seidenari, Cesare Buffagni, Francesca Krnjak, Anna Perna, Simonetta Silvestri, Laura Libertini, Daina Pignatti, Irene Guadagnini e Matteo Verri, Giulio Ferrari e Francesca Malagoli, Dodo Reale.
Sabato 4 dicembre alla stessa ora appuntamento con "Lezione d’Africa", originale incontro tra due progetti artistici e allo stesso tempo sociali: il coro delle donne migranti Chemin des Femmes di Modena e i danzatori della compagnia mozambicana Machaka, a Modena per un progetto di scambio con il Teatro dei Venti. Coriste e danzatori improvvisano insieme con la conduzione di Meike Clarelli.
Nella serata di domenica 5 dicembre la compagnia Pathosformel, già ospite a Modena nelle passate edizioni del festival "Vie" propone "La prima periferia", performance con modelli anatomici.
Si riprende giovedì 9, con il duo Fagarazzi & Zuffellato che presenta "Copy.Right?", una performance realizzata appositamente per Spaziolelune dopo 4 giorni di studio e prove residenziali.
Venerdì 10 dicembre ci si sposta al Villaggio Artigiano dove è possibile ammirare l’installazione video di Angelo Di Bello, "Il nobile artista", una rivisitazione contemporanea della forma classica della pala d’altare. Alle 21 va in scena il concerto indie rock dei Drunken Butterfly che accompagnano dal vivo "L’ultima risata" (Der letzte Mann, 1924), film muto del regista espressionista tedesco Fredrich Wilhelm Murnau.
Sabato 11 triplo appuntamento: dalle 20.30 la West Village gallery ospita lo spettacolo di Caterina Moroni "Traccia 01_semenza" per due spettatori alla volta con prenotazione obbligatoria, alle 21 allo spazio Dead Meat/Iride Fixed c'è la performance in forma di concerto su pellicola fotografica "Disperato moderato con brio" di Meike Clarelli, Gabriele Della Barba, Sophie-Ann Herin, che prosegue la riflessione sulla periferia già avviata nella precedente edizione di Periferico. Dalle 22 infine è in programma la festa per il primo anniversario di Iride fixed, officina laboratorio di biciclette a ruota fissa.
Domenica 12 dicembre il festival si chiude con un’altra performance di Caterina Moroni, "Traccia03 _ espantos" e il concerto-recital degli Aidoru, "Songs Canzoni_Landscapes Paesaggi: Recital" presentato in anteprima a Periferico in forma di primo studio.

Per informazioni e prenotazioni:

Spaziolelune
tel. 059.315547 oppure 3319910179
email info@spaziolelune.mo.it

ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e Web
fonte: Ufficio Stampa
data di creazione: lunedý 29 novembre 2010
data di modifica: lunedý 29 novembre 2010