News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2010 · Territorio

Comunicato stampa N° 606 del 30/6/2010

via cannizzaro, pagani risponde a interpellanza
“progetto ammissibile, con prescrizioni ambientali”

«Sull'insediamento residenziale in via Cannizzaro a Modena la Provincia ha ritenuto il progetto ammissibile a norma di legge, ponendo al contempo, con competenza e convinzione che ribadiamo, una serie di osservazioni a tutela delle falde acquifere sulle quali il Comune di Modena esprime una propria valutazione, senza che sia prevista un'ulteriore fase istruttoria». Lo ha affermato Egidio Pagani, assessore provinciale con delega allo Sviluppo delle città e del territorio, rispondendo in Consiglio provinciale a una interpellanza presentata da Dante Mazzi e Luca Ghelfi (Pdl) nella quale si chiede alla Provincia come giudichi il progetto di costruire 250 alloggi in un'area su cui «l'Ausl ha espresso perplessità e l'Arpa ha evidenziato criticità per la presenza di pozzi ad uso idropotabile».

Come ha spiegato Pagani, «la Provincia non esprime giudizi sui Piani comunali ma eventualmente formula riserve come è stato fatto in questo caso. In particolare abbiamo chiesto una serie di prescrizioni a tutela dell'acquifero su fognature e collettamento delle acque reflue, prevedendo il divieto di realizzazione di fondazioni profonde a contatto con il tetto delle ghiaie». Le deduzioni del Comune ai rilievi della Provincia sono contenute nell'atto di approvazione del Consiglio comunale, non ancora pervenuto, e «non è prevista - ha ribadito Pagani - dalle leggi alcuna ulteriore fase istruttoria».

Durante il dibattito Mazzi ha criticato un progetto che «non tiene conto di una serie di criticità che riguardano tutti i cittadini. E alla luce di queste problematiche ambientali la giustificazione della necessità di costruire case popolari appare molto debole. Non sono soddisfatto della risposta perché la Provincia dovrebbe difendere con maggiore forza le proprie idee».

Fausto Cigni (Pd), dopo aver ricordato che «mezzo Villaggio Giardino è costruito su una falda», ha sostenuto che «abbiamo bisogno di alloggi popolari e il Comune non è così pazzo da distruggere il territorio».

Nel corso del Consiglio, Pagani ha risposto a una analoga interpellanza di Mazzi e Giovanna Bertolini (Pdl) sul progetto residenziale nel campo sportivo Cesana ricordando che, in questo caso, la Provincia «ha chiesto una verifica sulla dotazione di verde nella zona, ma la decisione definitiva spetta al Comune». Nel dibattito, Livio Degliesposti (Lega nord) ha affermato che «se il Comune non applica le prescrizioni la Provincia deve ricorre al  Tar altrimenti perde credibilità».

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
30/6/2010
Numero
606
Ora
17
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: mercoledý 30 giugno 2010
data di modifica: mercoledý 30 giugno 2010