News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 901 del 17/9/2010

caccia\3 – i controlli della provincia, le sanzioni
rispettare le distanze di sicurezza da case e strade

E' sul problema delle distanze di sicurezza che in genere si concentrano le lamentele che la Polizia provinciale riceve dai cittadini durante la stagione venatoria.

Nel caso di mancato rispetto delle distanze di sicurezza è prevista una sanzione amministrativa di 206 euro.

A controllare il corretto svolgimento dell'attività venatoria ci sono in tutto una ventina gli agenti del Corpo di Polizia provinciale della Provincia a cui si aggiungono, soprattutto in montagna, quello del Corpo Forestale dello Stato; collaboreranno anche alcuni nuclei di Gev, Gel, guardie volontarie delle associazioni ambientaliste e venatorie e le tre guardie venatorie degli Atc.

Gli agenti dovranno controllare, inoltre, il rispetto del regime di divieto di caccia nelle aree protette (circa 60 mila ettari), in quelle parti di campagna che i Comuni hanno dedicato allo sviluppo dei piani regolatori, in cui è vietato cacciare, e nelle aree rurali vicino ai centri abitati dove i sindaci hanno vietato la caccia. Nelle zone di caccia al cinghiale (in montagna e collina) i cacciatori, inoltre, hanno l'obbligo di indossare almeno un indumento ad alta visibilità sia nella caccia al cinghiale che per la caccia alla selvaggina stanziale.

Sono 200 le sanzioni in materia di caccia emesse dalla Polizia provinciale nel 2009. Di queste 38 per la violazione delle distanze, 25 per violazione al calendario venatorio, 18 per non aver eseguito le annotazioni obbligatorie sul tesserino di caccia, 9 per cani vaganti in aree e periodi non consentiti, 7 per l'utilizzo di richiami non consentiti.

Complessivamente i controlli sono stati 1182. Nove le informative di reato all'autorità giudiziaria di cui una per uccellagione (uso di reti), tre in materia di armi per detenzione abusiva ed omessa custodia; una per maltrattamento animali per l'uso del collare elettrico; una per caccia in Zona di ripopolamento e cattura, tre per caccia con uso di mezzi vietati (faro notturno).

 

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
17/9/2010
Numero
901
Ora
10
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: venerdý 17 settembre 2010
data di modifica: venerdý 17 settembre 2010