News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 250 del 29/3/2010

al centro fauna di modena nasce un piccolo gufo
tornerà in libertà al parco adamello brenta

Si chiama Anacleto ed è un piccolo di gufo reale nato nei giorni scorsi al Centro fauna selvatica Il Pettirosso da una coppia ospite permanente del Centro di Modena (in via Nonantolana 1217) in quanto non più in grado di alimentarsi autonomamente.

La stessa coppia, salvata negli anni scorsi dai volontari nelle campagne di Carpi, che nel 2009 aveva dato alla luce due piccoli, successivamente trasferiti nel Parco Adamello Brenta, dove andrà nelle prossime settimane anche il nuovo nato. Ma a differenza dei genitori non lo aspetta un futuro in cattività: nel parco trentino il piccolo imparerà a diventare autosufficiente per poi essere messo in libertà. Il gufo reale è un rapace notturno molto prezioso per l'ecosistema, purtroppo ormai in via di estinzione non solo nel territorio modenese.

Il  Centro opera sulla base di una convezione con la Provincia di Modena per il recupero e il salvataggio della fauna selvatica in difficoltà.

Per le segnalazioni e richieste di intervento sono attivi 24 ore su 24 alcuni numeri telefonici: 339 8183676-339 3535192 oppure è possibile chiamare anche il servizio 118.

E per chi intende sostenere l'attività del Centro c'è la possibilità di destinare il cinque per mille nella dichiarazione dei redditi indicando il codice fiscale dell'associazione 94120020360 nella casella delle organizzazioni non a scopo di lucro.

Tutte le informazioni sull'attività della associazione sono disponibili nel sito www.centrofauna selvatica.it.

 

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
29/3/2010
Numero
250
Ora
12
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: lunedý 29 marzo 2010
data di modifica: lunedý 29 marzo 2010