News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 480 del 28/5/2010

cooperazione internazionale \ 2 – tutti i progetti

solidarietà modenese in africa e non solo

I 28 progetti internazionali finanziati da Provincia e Comune di Modena con la Fondazione Cassa di risparmio di Modena sono realizzati da altrettante associazioni, organizzazioni non governative (ong) od Onlus un po' in tutti i continenti. E' comunque all'Africa che è destinata la maggior parte delle risorse, circa 250 mila euro. Oltre ai progetti di Cefa in Kenya, dei Bambini del deserto in Burkina Faso, di Kabara Lagdaf nel Saharawi e di Africa libera in Ghana, infatti, sono "africani" anche i progetti dell'Uisp e dell'Auser in Algeria (entrambi per le popolazioni del Saharawi), dell'Alfeo Corassori e delle Guardie ecologiche volontarie in Madagascar (il primo nel villaggio Ilena, il secondo nella regione di Ihorombè), di Hewo e di Moxa in Etiopia (il primo nel villaggio di Garbo, il secondo per la promozione di una rete di produzione di miele), dell'Arci in Mozambico, della comunità Papa Giovanni XXIII nello Zambia, di Medici con l'Africa in Tanzania, di Emergency in Sierra Leone (saranno acquistati tavoli operatori per l'ospedale di Goderich), di Teranga in Senegal, di Africa nel cuore in Kenya (centro sanitario e pozzo a Thome-Rumuruti), della Unity association in Ghana, con la realizzazione di una scuola elementare a Kwesitwikrom.

All'America sono destinati 74 mila euro per quattro progetti, uno in Paraguay  dell'Aseop e tre in Brasile, dedicati in particolare all'avviamento al lavoro, promossi da Avsi, Amazzonia sviluppo e Modena Terzo Mondo.

Altri quattro progetti, per un totale di 60 mila euro, riguardano l'Asia e il Medio Oriente. Overseas e Nexus intervengono in due aree della Palestina, nel di Ain Arik e a Gaza, mentre Vittorino Carra solidarietà sviluppo un'iniziativa al centro materno infantile di Manaoag nelle Filippine e Nai Tese propone un programma di istruzione per i bambini di strada in Cambogia.

Tre progetti, per quasi 15 mila euro, riguardano anche l'Europa dell'Est: Porta aperta onlus interviene in Kosovo con percorsi di educazione alla pace, per adulti e per bambini; la Polivalente 87 e Gino Pini in Ucraina, con una biblioteca e corsi scolastici a Kagarlik; l'associazione Chernobyl in Bielorussia con il progetto Rugiada 2010 sviluppato dai gruppi di Maranello, Fiorano e Formigine.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
28/5/2010
Numero
480
Ora
15,10
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: venerdý 28 maggio 2010
data di modifica: venerdý 28 maggio 2010