News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2010 · Ambiente

Comunicato stampa N° 413 del 11/5/2010

guiglia, impianto fotovoltaico al posto di una cava
ok della provincia, sarà il più potente nel modenese

Un impianto fotovoltaico per produrre energia elettrica sarà realizzato a Guglia in un'area del monte Montanara utilizzata in passato come cava. Il progetto sarà realizzato da Italcementi, proprietaria dell'area, con un investimento di quasi 20 milioni di euro. A pieno regime l'impianto, dotato di oltre 28 mila pannelli su una superficie di oltre 20 ettari, sarà il più potente realizzato finora sul territorio provinciale, essendo in grado di produrre oltre sette milioni di chilowattora all'anno di energia elettrica (con una potenza di sei mila chilowatt), l'equivalente del fabbisogno di oltre due mila famiglie.

Il progetto è stato approvato dalla Giunta provinciale al termine della procedura di Valutazione di impatto ambientale (Via) che ha stabilito la compatibilità dell'impianto dal punto di vista paesaggistico, naturalistico, sismico fino a quello storico e architettonico.

Nelle valutazioni dei tecnici componenti la Conferenza dei servizi della Via (in rappresentanza tra gli altri di enti locali, Ausl e Arpa) emerge che l'impianto interessa una parte dell'area, non coperta da verde, interessata da una concessione mineraria per estrarre marne per la produzione di calce e cemento; restano escluse le aree di cava già rinaturalizzate e quelle a maggior impatto visivo.

«L'impianto - sottolinea Stefano Vaccari, assessore provinciale all'Ambiente - fornisce un rilevante contributo alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, con quasi cinque tonnellate all'anno risparmiate, in linea con quanto intendiamo stabilire con il nuovo Piano energetico provinciale in corso di realizzazione che vuole favorire proprio le fonti rinnovabili. Sul fotovoltaico stiamo ricevendo diverse richieste, altre le abbiamo già autorizzate dopo un'attenta analisi delle ricadute su paesaggio, agricoltura e ambiente».

Gli incentivi statali previsti per questo tipo di impianti assicurano la sostenibilità economica del progetto che  produrrà energia da immettere nella rete per circa 20 anni. La procedura di Via, inoltre, ha permesso di verificare la minima visibilità dell'impianto e l'opportunità di recuperare l'area di cava per un utilizzo ambientale.  

Finora la Provincia di Modena ha approvato l'installazione di impianti fotovoltaici a Fiumalbo in località Ronchi (potenza 35 kw), a Concordia in via Mazzalupi (997 kw), inaugurato sabato 8 maggio, a Sestola in località Spinedola (372 kw) e a  Castelnuovo Rangone in via Gualinga (due mila kw).

     

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
11/5/2010
Numero
413
Ora
13
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: martedý 11 maggio 2010
data di modifica: martedý 11 maggio 2010