News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2009

23 dicembre 2009

Emergenza maltempo

Dopo le gelate di questi giorni, le piogge in Appennino e lo scioglimento della neve stanno provocando una piena dei fiumi modenesi. La situazione è monitorata dalla Protezione Civile. Per il weekend natalizio previste piogge e poi un miglioramento.

Immagine corrente
Dopo le gelate di questi giorni e i gravi disagi arrecati alla circolazione di persone e mezzi, una nuova minaccia si sta profilando per quanto riguarda i fiumi modenesi. Dalla mattina di mercoledì 23 dicembre un'ondata di piena sta interessando sia il Secchia che il Panaro. La piena è stata provocata dalle forti piogge cadute in montagna a partire dalla serata di martedì 22 dicembre e dal contemporaneo innalzamento delle temperature con conseguente scioglimento della neve.

La situazione al momento non desta particolari preoccupazioni ma è tenuta costantemente sotto controllo dai tecnici della Protezione civile provinciale attraverso il sistema di monitoraggio on line del Centro unificato di Marzaglia. Nel primo pomeriggio del 23 dicembre è previsto un incontro con i rappresentanti dei Comuni interessati per fare il punto della situazione sia della piena che dell'emergenza gelo.

L'ondata di gelo ha creato fin dalle prime ore della mattina di martedì 22 dicembre gravi difficoltà alla circolazione anche a causa della chiusura dell'Autosole nella notte tra lunedì 21 e martedì 22 dicembre, seguita poi da quella dell'A22 con ripercussioni negative sul sistema delle tangenziali e sulla viabilità provinciale di accesso alla città di Modena. L'allerta per il ghiaccio è proseguita anche per il 22 e per tutto il 23 dicembre. La Prefettura di Modena, tenuto conto delle condizioni meteorologiche avverse, su conforme parere del Provveditorato agli Studi e dell'Amministrazione Provinciale, ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata di mercoledì 23 dicembre.

Lungo la viabilità provinciale tutti i mezzi spargisale hanno lavorato ininterrottamente in questi giorni, ma l'effetto del sale viene ridotto in presenza di temperature estremamente basse. I responsabili della Protezione civile provinciale raccomandano comunque di non utilizzare l'auto se non in caso di assoluta necessità e di anticipare, quando è possibile, il rientro alle proprie abitazioni già dalle prime ore del pomeriggio, prima cioè che la situazione diventi difficile per l'eventuale ghiaccio.

Le previsioni del tempo per il territorio modenese al momento attuale sono di pioggia a partire dalla serata del 23 dicembre e per la vigilia di Natale (deboli in pianura, moderate o forti in montagna), con un successivo miglioramento e temperature in rialzo per il giorno di Natale e quello di Santo Stefano.
ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e Web
fonte: Ufficio Stampa
data di creazione: mercoledý 23 dicembre 2009
data di modifica: giovedý 7 gennaio 2010