News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2009

18 novembre 2009

Festival dell'Architettura

Prosegue la quinta edizione del festival dedicato all'Architettura, che si svolge tra Parma, Reggio Emilia e Modena. Il tema 2009-2010 analizza il rapporto tra comunità ed architettura. Dal 23 al 30 novembre a Modena seminari e altre iniziative.

Immagine corrente

Il Festival dell´Architettura nasce a Parma dalla tradizione organizzativa e di ricerca che dal 1987 promuove attività di confronto a livello internazionale sui temi della progettazione architettonica e urbana. A partire dalla terza edizione del 2006 la manifestazione si espande coinvolgendo anche le città di Reggio Emilia e Modena, per un´idea di Festival metropolitano e diffuso. Nel 2007 vengono introdotte due ulteriori importanti novità, il Festival diventa biennale e viene adottata la formula del tema generale di riferimento, diverso in ogni edizione. Le iniziative promosse hanno coinvolto nel tempo centinaia di docenti, ricercatori e studenti delle diverse facoltà di architettura italiane ed europee, con la creazione di una rete di contatti e di referenti. Per avere un'idea delle dimensioni raggiunte dal Festival, i numeri della quarta edizione 2007-2008 sul tema del "Pubblico paesaggio" sono stati i seguenti: 85 eventi organizzati in 30 luoghi, 350 relatori e partecipanti attivi, 17.500 visitatori in loco e 390.000 visitatori on-line sul sito della manifestazione, la realizzazione di 3 pubblicazioni. Il Festival dell’Architettura è prodotto dall’Associazione Centro Studi Cittaemilia con sede legale a Parma.

Per il biennio 2009-2010 il tema scelto dagli organizzatori del festival è "Comunità/Architettura", per misurare la relazione esistente tra architettura e società. Tra gli argomenti affrontati vi sono le diverse forme e le figure architettoniche dello spazio antropizzato, dal modello comunitario per eccellenza, quello della civitas, sino agli esiti della modernità sociale, come il quartiere, ma anche la città-fabbrica, l´ospedale, il campus universitario, il polo della ricerca, l´insediamento per le vacanze, senza dimenticare le comunità virtuali "residenti" su internet.

Il calendario della quinta edizione del Festival ha visto a fine giugno il lancio di un "call for papers" rivolto al mondo scientifico internazionale, con l´intento di raccogliere contributi tematici e di ricerca da discutere nell´ambito dello sviluppo della manifestazione. Tra settembre e ottobre si è svolto un ciclo di conferenze con funzione introduttiva sugli aspetti letterari, sociologi e filosofici del tema scelto. Il 26 e 27 ottobre ha avuto luogo il 1° Forum "Cittaemilia - Luoghi comunitari: architettura, società, territorio", un confronto territoriale su problematiche, progettualità e indirizzi a partire dal tema generale. Dal 23 al 27 novembre nelle tre città che ospitano il Festival sono in programma invece i seminari di approfondimento, che prevedono diversi momenti di analisi, in cui architetti espongono interpretazioni di idee di comunità riferite a contesti definiti e propongono progetti di valenza comunitaria, oltre a laboratori della critica e del progetto, nonchè a prove aperte di Dottorato in Composizione architettonica. Il programma del festival è tutt'ora in divenire e in corso di aggiornamenti, lo stesso sito dell'iniziativa è il punto di aggregazione di una comunità del Festival, all´interno del quale trovare continui elementi di informazione, aggiornamento, riflessione, dibattito.

Per quanto riguarda gli eventi che si tengono a Modena, lunedì 23 novembre presso il Teatro della Fondazione San Carlo il programma del Festival prevede alle 9 il laboratorio “Sperimentare modelli insediativi comunitari”, a cura dei rappresentanti delle Facoltà di Architettura di Bari, di Milano Bovisa e di Lubjiana, nel pomeriggio alle 14.30 prove aperte di dottorato in Composizione architettonica, a cura di Iuav, La Sapienza, Cesena, alle 18 la giornata si conclude con la conferenza di Volkwin Marg. Martedì 24 novembre nella stessa locazione alle 10 si tiene la conferenza di Sergio Pace sul tema "Città, quartiere, comunità negli anni della ricostruzione: l’INA Casa a Torino" mentre nel pomeriggio si parla di architettura e tradizione comunitaria con Guido Canella.

Tra le iniziative collegate, sabato 28 novembre alle 10 è prevista la visita al Villaggio Artigiano di Modena condotta da Beppe Manni, con partenza da West Village Gallery, in Via De' Gavasseti 241. Alle 11.30 presso la stessa West Village Gallery c'è l'inaugurazione della mostra di Willian Guerrieri “Il Villaggio/The Village”, che rimane aperta dal 28 novembre al 18 dicembre 2009 e dall'11 al 29 gennaio con orario di visita dal lunedì al venerdì 10-12.30 e 15-18.30, mentre nel pomeriggio alle 15 presso Ruggeri Modena, in via Zarlati angolo via Nobili, si tiene il seminario di studi “Una comunità operosa. Il villaggio artigiano di Modena: storia, società e architettura ieri, oggi e domani”, promosso dalla Biblioteca civica d'arte Luigi Poletti, in collaborazione con Officina Emilia e West Village Gallery. Lunedì 30 novembre ore 21.00, sempre presso la sede Ruggeri Modena viene infine presentato il programma di riqualificazione della zona Ovest della Città: “Da Villaggio a Comunità. Innovazioni, trasformazioni, cambiamento”, a cura dell’assessorato alla Programmazione e Gestione del Territorio del Comune di Modena.

Tutte le informazioni di dettaglio sul Festival, compreso il calendario delle iniziative che si svolgono a Parma e Reggio Emilia, sono pubblicate nel sito della manifestazione (link utili a fianco).

ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e Web
fonte: Ufficio Stampa
data di creazione: mercoledý 18 novembre 2009
data di modifica: mercoledý 18 novembre 2009