News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 239 del 5/3/2009

alta velocità - le fermate a modena saranno 12
pagani: “ora però migliorare i servizi ai pendolari”

«Nel progetto Tav è previsto che a Modena fermeranno sei coppie di treni ad alta velocità. Questo accadrà nel momento i cui saranno ultimate tutte le connessioni, entro il 2011. Ora, però, occorre migliorare i servizi ai pendolari». Lo ha affermato Egidio Pagani, assessore alla Viabilità e trasporti della Provincia di Modena, rispondendo in Consiglio provinciale, mercoledì 4 marzo, a una interpellanza, presentata da Demos Malavasi e Elena Malaguti (Pd), sui problemi dei pendolari dopo l’entrata in vigore nel dicembre scorso dell’alta velocità che – hanno affermato i consiglieri Pd - «non ha portato un miglioramento dei servizi regionali come ci si aspettava, anzi. Sulla linea Modena-Verona c’è un inspiegabile peggioramento dei tempi di percorrenza anche di 20 minuti e le nuove corse sono in orari non rispondenti alle necessità dei pendolari. Anche sulle direttrici Piacenza-Bologna e Verona–Bologna sono più i problemi creati dall’alta velocità che quelli risolti».

Pagani ha rilevato che «sulla linea Verona-Modena, l’utilizzo improprio del tratto in uscita dalla stazione di Modena per manovre dei treni merci limita la capacità del servizio. A questo si aggiungono le perdite di tempo dovute alla scarsa efficienza nelle operazioni di ingresso e uscita dalle stazioni intermedie. Abbiamo già discusso del problema con Trenitalia e la Regione che, tra l’altro, può comminare penali al gestore in base al contratto di servizio».  

Pagani ha ricordato che di recente sono state attivate dieci nuove corse sulla linea Bologna-Poggiorusco che serve anche i comuni di Mirandola, S.Felice e Camposanto (a Camposanto i treni che fermano nei giorni feriali passa da 15 a 34), due nuove corse tra Carpi, Modena e Bologna (anche se in orari poco utili ai pendolari), una nuova corsa Suzzara-Modena e quattro nuove corse sulla Sassuolo-Modena. «L’incremento dei servizi c’è stato - ha affermato Pagani – ma restano i problemi di qualità, di orari, di sovraffollamento nelle ore di punta, di ammodernamento del materiale rotabile e di informazione agli utenti. Tutte situazioni che anche in questo caso abbiamo posto a Regione e Trenitalia». Pagani ha ricordato, inoltre, che sulla linea Piacenza-Bologna i disagi sono dovuti alla costruzione della nuova stazione di Bologna che terminerà nel 2010, anche se un certo miglioramento ci sarà con l’entrata in funzione della nuova centrale di controllo del nodo di Bologna. Nel corso del dibattito Aldo Imperiale (Prc) ha affermato che l’alta velocità «non ha portato alcun beneficio. Farla è stato un errore storico». 

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
5/3/2009
Numero
239
Ora
15
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: giovedý 5 marzo 2009
data di modifica: giovedý 5 marzo 2009