News

Comunicati Stampa

Salta il menù di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2009 · Territorio

Comunicato stampa N° 299 del 18/3/2009

ptcp\1 – il consiglio provinciale approva il piano

“contenere l’espansione, sì a sviluppo di qualità”

Indirizzare le trasformazioni urbanistiche e territoriali limitando l’uso di nuovo territorio non urbanizzato, favorendo il recupero e la riqualificazione dell’esistente, ampliando le aree protette e puntando su qualità ambientale e sicurezza. Sono le linee del Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp) che mercoledì 18 marzo è stato approvato dal Consiglio provinciale di Modena. Hanno votato a favore Pd e Prc, contro Lega Nord e gruppi del Pdl (Fi, An e Popolari Liberali), astensione per i Verdi. Il Piano era stato adottato lo scorso luglio con il voto contrario dei Verdi e dei gruppi del Pdl.

Dopo la fase delle osservazioni, circa la metà delle quali accolta (comunicato n. 300), il Piano «risulta confermato nel suo impianto di base – spiega il presidente della Provincia Emilio Sabattini – a cominciare dalle scelte che vogliono conciliare l’esigenza di continuare a garantire gli strumenti per la crescita competitiva del sistema economico, soprattutto in un momento di crisi, con la necessità di preservare l’ambiente in cui viviamo. Il territorio è un bene finito, e in questi decenni Modena ne ha usato parecchio. Anziché la crescita senza controllo, abbiamo scelto come modello – aggiunge Sabattini – uno sviluppo che fa della qualità e non della mera quantità la chiave decisiva dell’identità locale e della competitività economica e territoriale. Ciò significa contenere l’espansione favorendo la riqualificazione dell’esistente».

Per l’edilizia residenziale si fissa un limite per l’espansione (tra il 3 e il 5 per cento del costruito) con circa un quarto della nuova offerta abitativa destinato all’edilizia sociale. Per gli insediamenti produttivi (comunicato n. 301) vengono privilegiate polarità forti e qualificate, di numero limitato (dieci), connesse alle infrastrutture principali. Rafforzate le reti ecologiche, le aree protette, il risparmio energetico e la sicurezza del suolo (comunicato n. 302).

Trovano conferma nel Ptcp, infine, le scelte che mirano a recuperare i ritardi nelle infrastrutture e nei sistemi di accessibilità. Innanzitutto gli interventi di potenziamento del sistema ferroviario, l’attivazione dell’Alta capacità, la metropolitana di superficie Modena-Bologna, l’apertura dello scalo merci di Marzaglia collegato a quello di Dinazzano, e quelli sulla viabilità: l’autostrada Cispadana, il completamento della Pedemontana, la bretella Campogalliano-Sassuolo, il prolungamento della complanare all’Autosole fino a Modena sud, il miglioramento della viabilità di penetrazione verso la montagna, oltre al potenziamento della rete di piste ciclabili.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
18/3/2009
Numero
299
Ora
20.00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
Proprietà dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: mercoledì 18 marzo 2009
data di modifica: mercoledì 18 marzo 2009