News

Comunicati Stampa

Salta il menù di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2009 · Scuola

Comunicato stampa N° 367 del 31/3/2009

scuola, la conferenza scrive al ministro gelmini\1

facchini: “garantisca l’alta qualità del sistema”

Sei nuove sezioni per le scuole d'infanzia statali; la costituzione di tutte le classi a tempo pieno volute dalle famiglie per le scuole elementari e di quelle a tempo prolungato per le medie; la riduzione del rapporto alunni/classi in ogni ordine di scuola. Sono queste le principali richieste contenute nel documento approvato dalla Conferenza provinciale di coordinamento dell'istruzione che è stato inviato al ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini, all'Ufficio scolastico regionale e ai parlamentari modenesi.

«Siamo molto preoccupati per la significativa riduzione di risorse in organico prevista per l'Emilia Romagna che - spiega Silvia Facchini, assessore provinciale all'Istruzione - rischia di compromettere la qualità di un'offerta formativa che a Modena è sempre stata solida, capillare e coerente rispetto ai bisogni sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. Quello che chiediamo è quindi di garantire anche per il prossimo anno scolastico i livelli di funzionamento consolidati nelle scuole di ogni ordine e grado».

Il documento sollecita il ministero a ripianare i debiti pregressi nei confronti delle scuole, a ripristinare integralmente il fondo previsto per il 2009 e ad assegnare tempestivamente le risorse finanziarie necessarie per le supplenze e il pagamento dei corsi di recupero. Propone inoltre l'approvazione di una norma che stralci le spese obbligatorie dai bilanci delle scuole esonerandole anche dal pagamento degli oneri per le supplenze di lunga durata e degli esami di maturità, dopo che il precedente governo ha esonerato gli istituti dalle spese per Tarsu e supplenze per maternità.

Per quanto riguarda la composizione delle classi, la Conferenza provinciale chiede inoltre la compresenza degli insegnanti quale strumento essenziale per garantire a tutti gli alunni pari opportunità e il diritto al successo formativo prevenendo e contenendo l'insuccesso scolastico. Auspica che sia rispettato l'attuale rapporto di 1 a 2 tra insegnanti di sostegno e alunni segnalati e che si operi per contenere il numero degli alunni nelle classi con alta percentuale di stranieri.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
31/3/2009
Numero
367
Ora
16,05
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
Proprietà dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: martedì 31 marzo 2009
data di modifica: martedì 31 marzo 2009