News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2009 · Pari opportunitÓ

Comunicato stampa N° 1235 del 26/11/2009

l’altra metà della storia negli archivi femminili\1

un convegno in provincia venerdì 27 novembre

Indaga l'altra metà della storia, quella di cui sono protagoniste le donne, il progetto "Storicamente. Negli archivi delle donne: 60 anni di storia modenese", il primo censimento degli archivi femminili presenti nella provincia di Modena, che sarà presentato venerdì 27 novembre, con il convegno "Dire, fare, essere... cittadine" in programma nella sede della Provincia di Modena a partire dalle 14,30 (comunicato n.1236).

Il progetto, realizzato dal Centro documentazione donna con il contributo della Provincia di Modena e della Regione Emilia Romagna, è nato con l'obiettivo di ricercare e "portare alla luce" gli archivi personali e collettivi intitolati a donne o ad associazioni femminili per valorizzarli e renderli maggiormente fruibili non solo per gli studiosi e i cultori di storia locale ma anche per le scuole. Il lavoro si è concluso con la produzione di un'agile guida alla consultazione degli archivi delle donne (disponibile al Centro documentazione donna di Modena, tel. 059 451036) che contiene 57 schede ed è strutturata in due sezioni: la prima dedicata agli archivi collettivi, 25 sul territorio provinciale; la seconda a quelli personali, 29 in tutto, relativi singole donne che hanno ricoperto ruoli pubblici a livello locale e nazionale.

La guida fornisce le indicazioni per ricostruire la storia modenese attraverso le azioni di associazioni femminili, gruppi informali e organismi istituzionali dall'Udi (Unione donne in Italia) al Cif (Centro italiano femminile), dall'Associazione donne ebree a quella delle donne arabe all'Azione cattolica, dalle commissioni di parità alle consigliere di parità al Centro documentazione donna. E anche attraverso l'azione civile e politica di singole donne come Gina Borellini, Medaglia d'oro per la Resistenza e parlamentare; Renata Bergonzoni, tra le fondatrici del gruppo Donne e giustizia; Bice Ligabue, prima segretaria donna del Partito comunista; Ada Marchesini, pianista ebrea morta ad Auschwitz, e tante altre. Nell'ultima sezione della guida sono segnalate alcune raccolte documentarie significative e tutte le informazioni utili per consultare gli archivi.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
26/11/2009
Numero
1235
Ora
13,25
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: giovedý 26 novembre 2009
data di modifica: giovedý 26 novembre 2009