News

Comunicati Stampa

Salta il menù di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2009 · Pari opportunità

Comunicato stampa N° 102 del 30/1/2009

legge contro lo “stalking”, la camera approva

costi e arletti: “passo importante contro violenza”

Sono «soddisfatte» Palma Costi e Simona Arletti, assessori alle Pari opportunità della Provincia e del Comune di Modena per l’approvazione, avvenuta giovedì 29 gennaio alla Camera dei deputati, del disegno di legge che prevede misure contro lo “stalking”. «Era tempo che gli atti persecutori, che vedono come vittime prevalentemente le donne e che spesso sfociano in un delitto più grave, fossero considerati un reato. Ora ci auguriamo che la legge prosegua il suo iter velocemente e che sia al più presto approvata anche dal Senato. Questa legge – proseguono Costi e Arletti – è un tassello importante per dare ulteriore forza all’attuazione delle politiche già in corso sul territorio modenese, promosse dal tavolo contro la violenza sulle donne presieduto dal Prefetto, che ora diventa un modello da diffondere in tutt’Italia». Contestualmente al disegno di legge è stato infatti approvato un ordine del giorno, proposto dalla deputata Manuela Ghizzoni (Pd) e sottoscritto anche da Isabella Bertolini (Forza Italia-Pdl), che ha l’obiettivo di promuovere in tutto il territorio nazionale, la sperimentazione modenese che coinvolge enti, aziende sanitarie, forze dell’ordine e associazioni soprattutto nella formazione degli operatori e in percorsi educativi mirati e che ha già ottenuto ottimi risultati.

Il disegno di legge contro lo “stalking” approvato alla Camera introduce nel codice penale il reato di “atti persecutori”, cioè minacce o molestie ripetute nel tempo che creano nella vittima uno stato perdurante di ansia, di paura o il fondato timore per la propria incolumità o quelle dei propri cari. Il reato è punito con una pena da sei mesi a quattro anni di reclusione che sarà aumentata se il fatto è commesso dal coniuge legalmente separato o divorziato o da una persona che sia stata legata alla vittima da una relazione affettiva. Il delitto è punibile a querela ma si potrà procedere d’ufficio se chi lo commette è già stato ammonito dal giudice per lo stesso motivo. In Europa leggi contro lo “stalking” esistono in Gran Bretagna, Austria, Belgio, Danimarca, Irlanda e Germania.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
30/1/2009
Numero
102
Ora
14,00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
Proprietà dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: venerdì 30 gennaio 2009
data di modifica: lunedì 21 novembre 2016