News

Comunicati Stampa

Salta il menù di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2009 · Lavoro

Comunicato stampa N° 110 del 4/2/2009

“sicuro! e’ il mio lavoro” \ 1 – la via la campagna

“più responsabilità per prevenire gli infortuni”

Sono 52 gli infortuni sul lavoro mortali che si sono verificati a Modena nei tre anni tra il 2005 e il 2007. Nello stesso periodo, sulla base dei dati aggiornati al 31 ottobre 2008, l’Inail ha indennizzato 1.530 infortuni che hanno provocato inabilità permanenti e 4.462 infortuni gravi. E’ a questi numeri che fa riferimento la campagna di comunicazione per la prevenzione degli infortuni sul lavoro al via in questi giorni promossa da Provincia e Comune di Modena, Inail, Azienda Usl con la collaborazione di tutti i soggetti (sindacati e associazioni di categoria) che fanno parte del Coordinamento provinciale sicurezza sul lavoro.

Lo slogan che accompagna i manifesti, le inserzioni sui giornali, gli spot radiofonici e televisivi è: “La sicurezza sul lavoro non ammette strappi alla regola”. E per la campagna, ideata e sviluppata dall’agenzia modenese Labirinto, è stato realizzato anche un vero e proprio marchio: “Sicuro! E’ il mio lavoro” (comunicato n. 111) che accompagnerà le attività di informazione e formazione previste nei prossimi mesi.

«L’obiettivo è sollecitare in modo diretto il senso di responsabilità dei datori di lavoro e degli stessi lavoratori – spiega l’assessore provinciale al Lavoro Gianni Cavicchioli – affinché continui l’impegno nella prevenzione e la guardia rimanga alta, anche in questo periodo di crisi dove qualcuno potrebbe avere la tentazione di “risparmiare” risorse tagliando un po’ sulla sicurezza». Il messaggio che propone la campagna è proprio che “Attenzione e responsabilità sono gli strumenti di prevenzione più sicuri contro gli infortuni. Usali sempre”. E facendo riferimento alla tendenza alla riduzione degli infortuni (comunicato n. 112) Cavicchioli sottolinea come «non cali la preoccupazione per il fenomeno ancora molto diffuso in alcuni settori come edilizia e agricoltura e con fasce di lavoratori particolarmente a rischio, a cominciare da giovani e stranieri».

«Anche a livello distrettuale – afferma Simona Arletti, assessore alle Politiche per la salute del Comune di Modena – l’attenzione sugli incidenti sul lavoro è stata alta. Due esempi: i controlli dei cantieri privati da parte del nucleo edilizia della Polizia municipale e la modifica del regolamento edilizio per la prevenzione delle cadute dall’alto. E presto arriverà in Consiglio comunale la programmazione triennale su Salute e Benessere sociale i cui obiettivi sono stati definiti con istituzioni, associazioni, organizzazioni sindacali e datoriali».

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
4/2/2009
Numero
110
Ora
14.00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
Proprietà dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: mercoledì 4 febbraio 2009
data di modifica: mercoledì 4 febbraio 2009