News

Comunicati Stampa

Salta il menù di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2009 · Ambiente

Comunicato stampa N° 1254 del 2/12/2009

differenziata 2009 – nei primi sei mesi oltre il 50%
vaccari: “crescita costante, cittadini sensibili”

La raccolta differenziata nel modenese nel primo semestre 2009 ha raggiunto la quota del 50,4 per cento con un aumento di oltre quattro punti rispetto allo stesso periodo del 2008, addirittura di oltre dieci rispetto al 2007.

I dati scaturiscono dall'elaborazione delle informazioni condotte dall'Osservatorio provinciale rifiuti in base alle informazioni fornite da Comuni e dai gestori del servizio Aimag, Geovest ed Hera.

«Con questo risultato - sottolinea Stefano Vaccari, assessore all'Ambiente della Provincia di Modena - raggiungiamo l'obiettivo del 50 per cento stabilito dalla legge nazionale per il 2009 e ci avviamo a raggiungere nei prossimi anni quello del 55 per cento previsto dal nostro Piano provinciale rifiuti. La raccolta cresce grazie agli investimenti di enti locali e aziende di servizio ma anche per la crescente sensibilità dimostrata dai cittadini, senza trascurare l'avvio di sistemi innovativi di raccolta porta a porta in diverse realtà e il miglioramento delle stazioni ecologiche. Grazie a questi dati e al potenziamento del termovalorizzatore, il sistema modenese è autosufficiente ed equilibrato, ma soprattutto non avrà bisogno in futuro di nuove discariche».

 Tra i Comuni più "ricicloni" si conferma al primo posto Nonantola con il 66,6 per cento, seguito da Castelnuovo Rangone (62,1) e Maranello (59,2); poi vengono Fiorano (57,7), Bastiglia (57,3), Carpi (57,1) e Novi (56,7). Tra le realtà principali Modena sale al 48,6 per cento, Sassuolo al 55,8 per cento. Superano il 50 per cento anche Bomporto, Campogalliano, Cavezzo, Fiorano, Formigine, Marano, Medolla, Mirandola, Ravarino, S.Cesario e Sassuolo; in montagna, zona che tuttora registra le prestazioni più basse (36,3 complessivamente) si distinguono Zocca (47,6) e Pavullo (45,1).

Complessivamente i modenesi hanno "prodotto" nei primi sei mesi di quest'anno 224 mila tonnellate di rifiuti (in linea con i dati dello scorso anno pari a 456 mila in tutto il 2008) di cui 112.830 tonnellate raccolte in modo differenziato e avviate al recupero nelle 215 aziende modenesi del settore. 

Nel 2009 è stata completata e rinnovata la rete delle stazioni ecologiche attrezzate: ad oggi sono 62 quelle aperte sul territorio provinciale, di cui almeno una trentina tra nuove o ristrutturate nei soli ultimi tre anni.

 

La tabella per comune sulla differenziata primi sei mesi 2009  

 

COMUNE

RD

%

Bastiglia

57,3

Bomporto

55,5

Campogalliano

51,9

Camposanto

38,8

Carpi

57,1

Castelfranco

48,2

Castelnuovo

62,1

Castelvetro

39,3

Cavezzo

54,8

Concordia

47,3

Fanano

13,6

Finale Emilia

49,8

Fiorano

57,7

Fiumalbo

29,5

Formigine

54,9

Frassinoro

27,9

Guiglia

33,5

Lama Mocogno

30,1

Maranello

59,2

Marano S/P

51,8

Medolla

52,5

Mirandola

52,6

Modena

48,6

Montecreto

26,0

Montefiorino

26,7

Montese

26,1

Nonantola

66,6

Novi di Modena

56,7

Palagano

28,8

Pavullo

45,1

Pievepelago

24,1

Polinago

26,6

Prignano

36,8

Ravarino

53,7

Riolunato

30,0

San Cesario

54,8

San Felice

49,9

San Possidonio

40,0

San Prospero

46,5

Sassuolo

55,8

Savignano

41,6

Serramazzoni

38,5

Sestola

34,9

Soliera

46,5

Spilamberto

42,5

Vignola

44,1

Zocca

47,6

Totale provincia

50,4

 

 

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
2/12/2009
Numero
1254
Ora
12
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
Proprietà dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: mercoledì 2 dicembre 2009
data di modifica: mercoledì 2 dicembre 2009