News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2009 · Agricoltura

Comunicato stampa N° 1138 del 30/10/2009

agricoltura, niente stop allo spandimento

la provincia concede deroga: ancora sette giorni

Non scatta domenica 1 novembre l'annunciato stop allo spandimento nel periodo invernale degli effluenti zootecnici (liquami, letame e assimilati). La Provincia di Modena, infatti, ha concesso la prima deroga stagionale «vista la richiesta presentata in modo unitario dalle organizzazioni professionali agricole e dopo aver verificato le condizioni agrometeorologiche» sottolinea l'assessore provinciale all'Agricoltura e alla qualità del territorio rurale Giandomenico Tomei precisando che la deroga permette alle aziende agricole di continuare l'attività di spandimento fino a sabato 7 novembre.

La scadenza del 1 novembre era fissata dalla nuova normativa regionale sull'utilizzazione degli effluenti zootecnici e dei fertilizzanti azotati che anticipa di un mese e mezzo lo stop invernale con l'obiettivo di migliorare la tutela delle aree più a rischio di inquinamento. L'articolazione del divieto invernale, infatti, tiene conto della vulnerabilità delle acque all'inquinamento da nitrati, del tipo di effluente zootecnico impiegato e della presenza di copertura vegetale. A questo scopo il territorio provinciale è distinto in zone vulnerabili e in zone ordinarie con prescrizioni diverse: la carta è consultabile sul sito www.agrimodena.it.

Nel periodo della deroga la distribuzione del liquame può essere effettuata esclusivamente dalle ore 9 alle 17; le operazioni devono essere svolte in modo tale da assicurare una idonea dispersione, senza provocare la diffusione di aerosol ed evitando fenomeni di ruscellamento con l'adozione di adeguate tecniche di distribuzione in relazione alle sistemazioni idraulico-agrarie.

I terreni utilizzati per lo spandimento devono essere dotati di copertura vegetale in grado di utilizzare l'apporto di liquame. Inoltre, i contenitori possono essere svuotati di un quantitativo di liquame pari a un terzo della capacità e per ogni ettaro di terreno può essere distribuito fino al 30 per cento del carico annuo massimo ammissibile. 

E' vietato spandere i liquami sui suoli innevati, gelati o saturi d'acqua e sui suoli a coltivazioni orticole in atto; mentre in caso di precipitazioni intense le operazioni di spandimento devono essere sospese.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
30/10/2009
Numero
1138
Ora
13.00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: venerdý 30 ottobre 2009
data di modifica: venerdý 30 ottobre 2009