News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2009 · Agricoltura

Comunicato stampa N° 1067 del 9/10/2009

agricoltura, cambiano le modalità di spandimento

tomei: “attenzione, poche settimane disponibili”

Scatta in anticipo quest'anno il periodo di divieto invernale per lo spandimento degli affluenti zootecnici (liquami, letame e assimilati) che dovrà

essere rispettato da tutte le aziende agricole di qualsiasi dimensione e indirizzo, sia con allevamento che senza: la scadenza non è più fissata a metà dicembre, ma al 1 novembre. Lo ricorda l'assessore provinciale all'Agricoltura e alla qualità del territorio rurale Giandomenico Tomei precisando che le nuove scadenze sono previste dalla normativa sull'utilizzazione degli effluenti zootecnici e dei fertilizzanti azotati sul suolo agricolo, entrata in vigore in marzo: «Per gli agricoltori rimangono poche settimane disponibili».

La normativa ha l'obiettivo di migliorare la tutela delle aree più a rischio di inquinamento. L'articolazione del divieto invernale, infatti, tiene conto della vulnerabilità delle acque all'inquinamento da nitrati, del tipo di effluente zootecnico impiegato e della presenza di copertura vegetale.

Il territorio provinciale è distinto in zone vulnerabili e in zone ordinarie con prescrizioni diverse: la carta è consultabile sul sito www.agrimodena.it.

Per le zone vulnerabili o assimilate (corrispondono per lo più con le aree pedo-collinari dei comuni a sud della Via Emilia, con le aste fluviali di Secchia e Panaro e con le zone di rispetto dei pozzi di captazione) sono previsti due periodi di divieto: tra 1 novembre e 31 gennaio, con divieto assoluto all'uso degli effluenti zootecnici, dei concimi azotati e degli ammendanti organici; mentre dal 1 al 28 febbraio è invece possibile iniziare a utilizzare letami e materiali assimilati, concimi azotati e ammendanti organici; si possono utilizzare anche liquami o materiali assimilati ma solo nei terreni con copertura vegetale.  

In zona ordinaria (corrisponde a gran parte della montagna e all'area nord), dove il rischio d'inquinamento dell'acqua da nitrati è più basso, il periodo di divieto è unico, inizia il 1 novembre e termina il 31 gennaio e si applica solamente agli effluenti zootecnici.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
9/10/2009
Numero
1067
Ora
14.00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: venerdý 9 ottobre 2009
data di modifica: venerdý 9 ottobre 2009