News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2008

17 novembre 2008

I modenesi e lo sport

Sabato 22 novembre a Modena è in programma un convegno che presenta una fotografia dello sport di base nel territorio modenese. In evidenza i dati di una ricerca promossa dalla Provincia: il 48% dei modenesi fa attività fisica, preferenza per fitness e nuoto, bene anche gli sport tradizionali.

Immagine corrente
Sabato 22 novembre alle 10 presso il Baluardo della Cittadella è in programma un convegno sul tema del "fare sport" nel territorio modenese. Nel corso dell'incontro vengono presentati i risultati di un'indagine statistica effettuata su un campione di oltre 2500 residenti nei comuni di Modena, Carpi, Sassuolo, Vignola e Pavullo. Lo studio realizzato fotografa la diffusione della pratica sportiva di base a livello provinciale, analizzando aspetti come il numero di praticanti, la distribuzione per sesso ed età, le discipline predilette, le motivazioni. L'indagine è stata promossa dalla Provincia, con la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e i dati sono stati elaborati dall’Ufficio Ricerche del Comune di Modena.

Ecco le principali informazioni desunte dall'indagine: il 48% dei modenesi tra i 14 e i 64 anni fa attività fisica, un dato superiore rispetto a quello nazionale Istat che si ferma al 33 per cento. Di questi circa il 50 per cento pratica sport tre volte la settimana, oltre un terzo almeno due volte a settimana.
Per un analisi di genere, nel modenese fa attività fisica il 41 per cento delle donne e il 54 per cento degli uomini. Secondo la distribuzione per fasce di età, tra i 14 e i 17 anni l’80 per cento degli intervistati pratica sport, mentre è alta anche la percentuale nella fascia di età 55-64, con quasi il 32 per cento che pratica almeno una disciplina.
In primo piano la frequentazione di palestre e piscine: al primo posto delle preferenze il fitness e la ginnastica in genere (soprattutto tra le donne), al secondo il nuoto e acquagym. Bene anche danza e arti marziali. Seguono le discipline tradizionalmente più amate dai modenesi come pallavolo, calcio, calcetto, ciclismo e podismo.
La stragrande maggioranza delle persone intervistate apprezza l’efficienza di polisportive, società sportive e enti locali nel gestire le attività ma chiedono più strutture e impianti più adeguati.
Per quanto riguarda le motivazioni e i valori, per gli sportivi modenesi l’attività fisica aiuta "a sentirsi più belli", permette di scoprire i propri limiti. Lo sport è visto come un antidoto contro la criminalità, un aiuto per socializzare, mentre il doping viene considerato come un fenomeno molto dannoso da criminalizzare.

«La diffusione di massa della pratica sportiva nel modenese - affermano Stefano Vaccari e Antonino Marino, Assesori allo Sport rispettivamente della Provincia e del Comune di Modena - rappresenta un autentico fenomeno sociale e culturale. I modenesi amano lo sport, lo praticano per divertirsi ma soprattutto per mantenersi in forma migliorando la qualità della loro vita. Questa ricerca è utilissima per definire le strategie degli enti locali soprattutto in merito alla programmazione dell’impiantistica sportiva a livello comunale e provinciale».

Il programma del convegno di sabato 22 novembre prevede alle 10 i saluti degli Assessori allo Sport dei comuni coinvolti e di Massimo Giusti, vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, a cui segue l'introduzione a cura di Antonino Marino. I risultati dell'indagine sullo sport modenese vengono quindi presentati da Vittorio Martinelli, Responsabile dell'Ufficio Ricerche del Comune di Modena. Alle 11.30 l'attesa tavola rotonda con la partecipazione tra gli altri di Carlo Bottari (Preside della Facoltà Scienze Motorie Università di Bologna), Julio Velasco (famoso allenatore di volley e recente opinionista televisivo RAI alle Olimpiadi di Pechino) e Stefano Vaccari. Modera il dibattito Ivana Vaccari (giornalista e conduttrice televisiva di RaiSport). Partecipano all'evento i Comitati Provinciali del CONI e delle principali associazioni nazionali che si occupano di diffondere lo sport, ovvero UISP, CSI e AICS.

Per informazioni:
Ufficio Sport della Provincia di Modena
Tel 059.200021
email aps@provincia.modena.it
ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e Web
fonte: ufficio Stampa
data di creazione: mercoledý 19 novembre 2008
data di modifica: giovedý 20 novembre 2008