News

Comunicati Stampa

Salta il menù di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 1625 del 18/12/2008

il bilancio della provincia: il dibattito in consiglio

“solo annunci”; no, “scelte che guardano al futuro”

Il bilancio di previsione 2009 della Provincia di Modena è stato approvato mercoledì 17 dicembre dal Consiglio provinciale con il voto favorevole di Pd e Prc; contrari Verdi e gruppi di centro destra (comunicato n. 1623).

Nel dibattito, Dante Mazzi (Fi-Pdl), presentando un ordine del giorno per favorire l’accesso al credito delle imprese (voto a favore del solo centro destra), ha sostenuto che «in una situazione economica così critica, le istituzioni devono promuovere azioni per sostenere le imprese e favorire la produzione perché il sostegno alle imprese si riflette positivamente sul mercato del lavoro e quindi su lavoratori e famiglie». Per Lella Rizzi (Pd) nell’ambito delle attività produttive la Provincia «ha compiuto un grosso sforzo economico e fatto scelte coraggiose che guardano in avanti come dimostra la cura particolare per il rafforzamento e la crescita delle imprese delle donne e dei giovani». Per Marisa Malavasi (Fi-Pdl) invece la Provincia «non ha ancora superato la politica degli annunci in tanti campi: dall’economia, all’agricoltura, all’ambiente. Se si vuole evitare il collasso dei distretti industriali è necessario accelerare davvero su sviluppo e innovazione, snellendo la burocrazia». Incentrato su sanità e welfare l’intervento di Franca Barbieri (Pd) per la quale «si dovrebbe potenziare il ruolo provinciale di coordinamento e governo per dare un contributo innovativo e fare una sintesi tra i bisogni di salute e benessere della popolazione». Secondo Luca Caselli (An-Pdl) «i tagli di spesa proposti in questo bilancio potevano essere fatti anche prima. La Provincia rimane comunque, come dico da cinque anni, un ente inutile da abolire». Stefano Lugli (Prc) ha affermato che «nonostante la riduzione delle entrate, gli enti locali hanno il dovere di fare tutto il possibile per contrastare la crisi e sostenere famiglie e lavoratori: se la Provincia ci riuscisse potrebbe contrastare chi la ritiene un inutile carrozzone».

Per Caterina Liotti (Pd) nel bilancio 2009 è importante «la trasversalità con cui sono state affrontate le politiche di genere», mentre Elena Malaguti (Pd), rilevando che anche per il 2009 si continua a investire molto «su scuola e formazione: un investimento di lungo periodo e quindi anche una risposta alla crisi». Giandomenico Tomei (Pd) ha invece puntato l’attenzione sul «buon lavoro fatto per la montagna: dalla viabilità alla protezione civile e tutela del territorio fino al piano di sviluppo rurale che, nei primi anni, destina alla montagna la metà dei fondi».

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
18/12/2008
Numero
1625
Ora
14,00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
Proprietà dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: giovedì 18 dicembre 2008
data di modifica: giovedì 18 dicembre 2008