News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2007

15 novembre 2007

1957-2007: i 50 anni del Fermi

Lo storico Istituto Industriale per la chimica e l'elettronica fondato dalla Provincia di Modena festeggia i suoi primi 50 anni. Sabato 17 novembre vengono presentati un libro e un video che ripercorrono la storia della illustre scuola modenese, ora in procinto di passare allo Stato.

Immagine corrente
Sabato 17 novembre è in programma la giornata conclusiva delle celebrazioni per i cinquant'anni dell’Istituto Enrico Fermi, lo storico Istituto Industriale per la chimica e l'elettronica fondato dalla Provincia. La festa finale si svolge presso la sede della scuola in via Luosi 23 a Modena.

Nell'occasione vengono presentati un libro e un video che raccontano la storia di questa struttura e delle persone che ne hanno caratterizzato l'esistenza. Intervengono gli autori delle due opere, ovvero Anna Maria Pedretti, che ha curato il volume "Io al Fermi", e Ivan Andreoli, ex allievo e oggi insegnante, regista del video "Quelli dell’Itip". Dalle interviste a presidi, professori e studenti emergono i tratti di una scuola impegnata e impegnativa, con un forte senso di appartenenza.

La presentazione ufficiale del libro e del video è in programma alle 15 presso l'Aula Magna. Oltre agli autori intervengono il Presidente della Provincia Emilio Sabattini, l'Assessore provinciale all'Istruzione Silvia Facchini, il direttore dell'Istituto Maurizio Boni. Nel corso della giornata il video viene proiettato 3 volte, alle 9.30, alle 11.30 e alle 16.30. Dopo l'ultima proiezione è in programma il buffet che sancisce la chiusura dei festeggiamenti del cinquantenario.

Il Fermi è stato fondato dall'Amministrazione Provinciale nel 1957 per opera di Rubes Triva, assessore alla Cultura e vice presidente della Provincia dell'epoca. A questo personaggio chiave della storia dell'istituto è intitolata l'Aula Magna. Il primo preside è stato Pietro Guerzoni, docente di scienze naturali. La scuola è nata agli albori del boom economico esploso negli anni '60 e, venendo incontro alla domanda di tecnici da parte delle industrie modenesi, ha offerto fin da subito agli studenti le specializzazioni in chimica ed elettronica, con laboratori all'avanguardia e insegnanti professionisti prestati dalle imprese. Scuola non statale parificata, l'Istituto Fermi si è sempre caratterizzato per l'alta qualità dell'istruzione, degli insegnanti e degli studenti. A testimonianza di questo fatto, nel luglio di quest'anno lo studente del Fermi Simone Calvello ha vinto una delle medaglie alle Olimpiadi della Chimica di Mosca, dopo essersi classificato al primo posto in ambito nazionale a Frascati. Storicamente il Fermi è stata anche una scuola all'avanguardia sotto il profilo socio-culturale: ad esempio è risultato il primo istituto tecnico che ha ammesso le ragazze, da qui è uscita infatti nel 1963 la prima diplomata italiana in elettronica.

Dal Fermi sono uscite schiere di professionisti, richiestissimi dalle aziende. Ci sono anche diversi allievi che hanno ottenuto successi in campi non proprio attinenti alla chimica o all’elettronica, come i cantanti e musicisti Gaetano Curreri degli Stadio e Vinicio Capossela. Numerosi sono anche i sindaci, gli amministratori e i funzionari pubblici che hanno studiato o insegnato presso l'Istituto. Tra gli insegnanti si ricorda ad esempio Maria Teresa Granati, divenuta poi assessore provinciale e parlamentare per tre legislature.

Dopo una storia e una esperienza così fuori dagli schemi, ora l'Istituto vive un momento cruciale e delicato, che prevede il passaggio al sistema statale. L'Assessore Silvia Facchini ricorda che: "In quel periodo storico in cui è nato, il Fermi è stato la risposta dell’amministrazione locale a un bisogno, come nel caso del Corni negli anni Venti. Poi le cose cambiano e cambiano i compiti delle amministrazioni: oggi è il momento migliore per arrivare ad affidarne la gestione allo Stato perché il Governo sta investendo nella qualificazione tecnica e professionale. In questa prospettiva, se accetterà la sfida della realtà, l’istituto avrà la garanzia di poter continuare a operare ai livelli di eccellenza maturati in questi cinquant’anni".

La procedura di statizzazione dell'Istituto Fermi, iniziata nel febbraio di quest'anno, è attualmente in corso di implementazione. Si prevede che già nell'anno scolastico 2008/2009 l'Istituto passi definitivamente dalla Provincia di Modena al Ministero dell'Istruzione.

Per informazioni sulla Festa del cinquantenario del Fermi:
tel. 059211092
email info@fermi.mo.it

Documentazione allegata

Allegati

Il programma della festa conclusiva di celebrazione del cinquantenario del Fermi
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 15 novembre 2007
fermi.pdf (348Kb)
ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e Web
fonte: Ufficio Stampa
data di creazione: giovedý 15 novembre 2007
data di modifica: mercoledý 21 novembre 2007