News

News

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · News · News 2006

7 dicembre 2006

Maestri della fotografia italiana del Novecento

Mirandola, la grande fotografia è di scena al castello Dal 16 dicembre mostra di Gianni Berengo Gardin, Piergiorgio Branzi e Mario Lasalandra

Immagine corrente

Gianni Berengo Gardin, Piergiorgio Branzi e Mario Lasalandra, fotografi italiani conosciuti e apprezzati in tutto il mondo, esporranno nel Castello dei Pico dal 16 dicembre 2006 al 25 febbraio 2007. I tre artisti saranno per la prima volta insieme in un’unica mostra, intitolata “Maestri della fotografia italiana del Novecento”. Saranno presentate novanta opere della ricca produzione di questi fotografi che hanno accompagnato, con le loro immagini, la storia del Novecento italiano e non solo.   Ad organizzare quello che si preannuncia come uno dei principali eventi culturali nell’ambito della fotografia, è il Consiglio del Castello, insieme al Comune di Mirandola e con la collaborazione del Gruppo Fotografico Leica.

“La mostra – sottolinea l’assessore alla Cultura del Comune di Mirandola Cristina Ceretti – caratterizzerà la sala espositiva del Castello come luogo di grande qualità nel campo fotografico. Questi tre grandi maestri, noti a livello internazionale, hanno reso immortali i principali cambiamenti sociali dell’Italia dal dopoguerra ad oggi, lasciando in eredità a tutti noi straordinarie figure che si nutrono di storia e di folclore delle nostre terre”.

Gianni Berengo Gardin è il più noto ed è considerato da molti il più importante fotografo italiano. Nato a Santa Margherita Ligure nel 1930, si occupa di fotografia dal 1954 e dal 1990 è membro dell’agenzia Contrasto. Attualmente vive a Milano.

Piergiorgio Branzi, definito “il più europeo tra i fotografi italiani del dopoguerra” è nato a Signa (Firenze) nel 1928. Le sue immagini hanno aperto un capitolo nuovo nel panorama della fotografia italiana, identificato come “realismo formalista”.

Mario Lasalandra, classe 1933,  nativo di Este, è considerato come uno degli autori più innovativi e geniali della fotografia contemporanea.

La mostra sarà inaugurata sabato 16 dicembre alle ore 16.30 e sarà visitabile dal mercoledì al venerdì, dalle ore 16.30 alle ore 19; sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.

Per ulteriori informazioni: www.castellopico.it, tel. 0535/609994-609995, fax 0535/609998.
ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e web
fonte: Ufficio stampa Mirandola
data di creazione: giovedý 7 dicembre 2006
data di modifica: giovedý 7 dicembre 2006