News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 814 del 18/06/2007

bilancio di metà mandato \ 4 – guidare lo sviluppo

del territorio insieme alla tutela dell’ambiente

Guidare lo sviluppo del territorio in base alle nuove esigenze, con un’attenzione primaria alla tutela dell’ambiente. E’ questa una delle attività alle quali la Provincia ha dedicato grandi energie in questa prima metà di mandato, attraverso la definizione di vari strumenti di programmazione (a cominciare dal Ptcp, il nuovo Piano territoriale di coordinamento provinciale).

La provincia di Modena nei prossimi anni sarà interessata da cambiamenti profondi, soprattutto dal punto di vista demografico e sociale. Nel 2015 i residenti  si stima siano 730 mila circa, 60 mila in più di oggi: aumentano gli anziani, le famiglie, gli stranieri (saranno circa il 16 per cento della popolazione, oggi sono quasi il 9 per cento). Questa prospettiva impone di affrontare con  adeguate linee di programmazione territoriale i presumibili problemi e bisogni  che ne derivano: dalle case alle scuole, dalla viabilità ai servizi. L’obiettivo è dare una risposta a questi bisogni accompagnandoli a una qualificazione paesaggistica ed ambientale, con l’aumento delle aree protette soprattutto in pianura e in collina (dall’attuale 6,5 al 10 per cento del territorio). Nel frattempo, si è lavorato sul fronte della sicurezza: la Provincia si è dotata di piani informatizzati per il dissesto idrogeologico (frane), per l’emittenza televisiva, per l’industria a rischio di incidenti rilevanti e sta perfezionando le carte di rischio idraulico e sismico. Ha approvato inoltre il Piano di risanamento dell’aria, che indica gli interventi a carattere strutturale per uscire dall’emergenza smog: dai bus navetta nelle aree industriali ai controlli sulle emissioni delle imprese, dall’estensione del divieto di circolazione ai mezzi più inquinanti alle aree artigianali ecologiche, dall’accordo con Autostrade spa per opere di riduzione dell’impatto al monitoraggio delle polveri pm 2,5. Tra gli obiettivi, anche il potenziamento del trasporto pubblico, la realizzazione di piattaforme logistiche per il trasporto merci, contributi per installare caldaie ad alta efficienza, per convertire l’auto a metano o gpl, per l’acquisto di mezzi elettrici e per le piste ciclabili. Approvato anche il piano provinciale dei rifiuti, che prevede la crescita della raccolta differenziata al 55 per cento, l’incenerimento del 42 per cento dei rifiuti mentre il 3 per cento sarà smaltito in discarica (ora supera il 30 per cento). Intensificata, inoltre, l’attività di controllo ambientale coordinando oltre 400 eco-controllori.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
18/06/2007
Numero
814
Ora
13.00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: lunedý 18 giugno 2007
data di modifica: lunedý 18 giugno 2007