News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 1624 del 4/12/2006

consiglio provinciale: ecco un bop da 7 milioni

tra le opere anche il tassoni, ok all’assestamento

Via libera da parte del Consiglio provinciale di Modena al prestito obbligazionario (Bop) da oltre sette milioni di euro per il finanziamento di opere pubbliche, tra le quali figura anche, con la cifra di due milioni e 900 mila euro, l’intervento di ampliamento del liceo Tassoni che prevede la realizzazione di 24 nuove aule. Il provvedimento, che fa parte del pacchetto sottoscritto con altri enti locali con l’advisor Dexia Crediop, ha ottenuto il voto favorevole della maggioranza di centro sinistra e della Lega, con l’astensione di Forza Italia e Udc. Tra gli interventi finanziati, ha ricordato l’assessore al Bilancio Stefano Vaccari, ci sono i lavori in alcune altre scuole, iniziative di carattere ambientale (come i percorsi sul Secchia e sul Panaro o i contributi ai Parchi per la qualificazione di sentieri e aree protette), sostegno all’attività turistica (contributi per gli uffici informazione e le stazioni sciistiche) e opere di viabilità per la sicurezza stradale e il miglioramento della circolazione: dal progetto definitivo del ponte sul Pescarolo a Prignano, dove è prevista anche la razionalizzazione delle provinciale 23 e 24, alla ciclabile nel centro di Novi, fino ai contributi per rotatorie a San Felice, Formigine e Ravarino.

Approvato, con il voto contrario dell’opposizione, anche l’assestamento definitivo del bilancio 2006 che vede, in  particolare, il “taglio” dal bilancio della Provincia, per oltre 41 milioni di euro, della Cispadana (l’opera verrà realizzata dalla Regione in project financing), ma anche minori entrate per investimenti su opere stradali, interventi ambientali e acquisto di reti antigrandine per l’agricoltura, mentre con il mezzo milione di maggiori entrate registrate vengono finanziate soprattutto le spese di gestione degli istituti scolastici.

Tra le entrate correnti si registra un calo, rispetto alle previsioni, di 150 mila euro dell’imposta sull’Rc auto, e un segno positivo sulle altre imposte (310 mila euro per l’Ipt, 44 mila per l’addizionale energia elettrica),ma anche 250 mila euro di interessi attivi per investimenti finanziari.

«Nell’assestamento, quindi, si registra un avanzo - ha commentato Dante Mazzi di Forza Italia - e questo significa che le tante lamentele per la Finanziaria del governo Berlusconi erano immotivate». «Non è così - ha replicato il capogruppo Ds Demos Malavasi - significa solo che l’amministrazione ha operato bene e in modo efficace».

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
4/12/2006
Numero
1624
Ora
11.05
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: lunedý 4 dicembre 2006
data di modifica: lunedý 4 dicembre 2006