News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2005 · Scuola

Comunicato stampa N° 706 del 27/05/2005

nidi, dalla provincia contributi per nuove strutture
a comuni e privati un milione e mezzo di euro

Quasi un milione e mezzo di euro di contributi per costruire nuovi asili nido o adeguare strutture già esistenti per aumentarne, comunque, l’offerta di posti. E’ il contenuto del bando della Provincia di Modena che prevede, appunto, risorse per un milione e 472 mila euro da assegnare a Comuni o a soggetti privati per contribuire all’estensione dei servizi educativi per bambini 0-3 anni. Le domande devono essere presentate entro mercoledì 15 giugno. Informazioni: servizio Istruzione e orientamento, tel. 059 209452.

L’iniziativa della Provincia si svolge nell’ambito della legge regionale sui servizi educativi per la prima infanzia che "prevede, per la prima volta quest’anno, l’estensione anche ai privati della possibilità di ottenere contributi" sottolinea l’assessore provinciale all’Istruzione Silvia Facchini ricordando che il Piano provinciale prevede complessivamente interventi per due milioni e 700 mila euro con contributi anche alle spese di gestione dei nidi d’infanzia e dei servizi integrativi e risorse per le attività di coordinamento pedagogico e per la formazione degli operatori, con particolare attenzione ai servizi sperimentali come, per esempio, l’educatrice familiare o domiciliare.

La scadenza del 15 giugno, invece, è riservata alle nuove costruzioni, all’acquisto, al restauro o alla ristrutturazione di edifici esistenti per realizzarvi nidi e servizi integrativi (Centri bambini e genitori, Spazi bambini), così come per le spese per gli arredi scolastici.

Nel definire le graduatorie si terrà conto sia del numero delle domande inevase sia dell’utenza potenziale per scegliere progetti, realizzabili in tempi, che maggiormente concorrano a soddisfare le liste di attesa anche in una dimensione sovracomunale. Il contributo può variare da un 30 a un 50 per cento della spesa (60 per cento per associazioni e unioni di Comuni) fino a una cifra massima di 500 mila euro.

ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: venerdý 27 maggio 2005
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005