News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2005 · Formazione

Comunicato stampa N° 1471 del 25/10/2005

formazione fai-da-te per lavoratori e "atipici"
buoni spesa da 1291 €, domande entro venerdì 28 ottobre

Possono arrivare fino al valore di 1291 euro i buoni spesa offerti ai dipendenti del privato e ai lavoratori atipici per costruirsi percorsi individuali di formazione, a misura delle proprie esigenze, scegliendo tra numerose possibilità a disposizione e in continuo aggiornamento: dal controllo di gestione al marketing, dalla contabilità aziendale all’informatica, fino alle lingue, alla comunicazione pubblicitaria o alla "computer graphics". Sono le opportunità offerte dalla Provincia di Modena con i cosiddetti "voucher" individuali del progetto "Futuro in formazione", veri e propri buoni spesa da utilizzare per accedere a corsi, pacchetti multimediali di apprendimento e viaggi studio da scegliere, presentando la domanda entro venerdì 28 ottobre, consultando un catalogo elettronico regionale in continuo aggiornamento: www.futuroinformazione.it. Solo nell’area di Modena attualmente sono disponibili oltre 250 opportunità.

Per informazioni, per ottenere l’avviso pubblico e i moduli da compilare si può consultare il sito internet www.formazione.provincia.modena.it oppure contattare il servizio Interventi formativi della Provincia (tel. 059 209442). La graduatoria non terrà conto dell’ordine di presentazione delle richieste, ma delle condizioni professionali e dei titoli di studio. Le domande presentate da lavoratrici avranno la priorità su entrambi i canali di finanziamento.

Il fondo a disposizione della Provincia è di 402 mila euro e i canali di finanziamento sono due e permettono di destinare i contributi sia ai lavoratori occupati nel privato che hanno chiesto riduzioni di orari di lavoro per congedo formativo (legge 53 del 2000) sia ai lavoratori cosiddetti atipici (legge 236 del 1993) con contratti di lavoro a tempo parziale, a tempo determinato o di collaborazione coordinata e continuativa, nonché inseriti nelle tipologie contrattuali a orario ridotto, modulato o flessibile e a progetto previste dalla legge Biagi. Possono accedere ai buoni spesa anche i lavoratori in mobilità o in cassa integrazione, così come i dipendenti a tempo indeterminato che hanno più di 45 anni e come titolo di studio solo la licenza elementare o media.

ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 25 ottobre 2005
data di modifica: lunedý 20 febbraio 2006