Bandi e Moduli

Modulistica

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Bandi e Moduli | · Modulistica · Agricoltura

Il regime delle quote latte

Adempimenti e modulistica per i produttori e i primi acquirenti (caseifici)


20 novembre 2008

Il Decreto Ministeriale 6 luglio 2007 del MIPAAF "Ulteriori disposizioni per le praocedure di rateizzazione del prelievo supplementare sul latte bovino, ai sensi dell'art. 10, comma 34, della legge 30 mggio 2003, n. 119" ha riaperto, senza termini temporali, la possibilità di aderire alla rateizzazione del debito pregresso per quanto riguarda il prelievo supplementare sul latte bovino, possibilità offerta dalla legge nazionale n. 119/2003.

Nella sezione Modulistica trovate il modulo, utilizzabile fino al 31 dicembre 2008, per l'istanza di rateizzazione, da presentare all'ufficio Quote latte (servizio Agro-Ambiente) della Provincia.


Con i Decreti Ministeriali del 30 e 31 luglio 2003 il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha emanato le disposizioni di attuazione della Legge 119 del 30 maggio 2003 di riforma della normativa sulle "quote latte", che ha convertito in legge, con modificazioni, il Decreto-Legge 28 marzo 2003, n.49.

Successive modifiche sono state apportate dal Decreto-Legge 27 gennaio 2004, n.16, dalla Legge 3 agosto 2004, n. 204, dalla Legge 29 aprile 2005, n.71  

PRODUTTORI

La normativa definisce puntualmente le casistiche per le quali i produttori sono tenuti ad inviare alle Regioni (tramite la Provincia dove è ubicata l'azienda) specifiche comunicazioni inerenti la gestione della loro quota o produzione, quali, ad esempio, pluralità o successione di acquirente, gestione unitaria, presenza, o persistenza, di cause di forza maggiore, ridotta produzione per piano di sviluppo, mobilità da quota consegne a vendite dirette o viceversa. La normativa fissa anche, per ciascun caso, i termini entro i quali devono essere presentate dette comunicazioni.

Alla sezione Modulistica trovate alcuni modelli definiti dalla Regione Emilia-Romagna che possono essere utilizzati allo scopo. Di seguito si esamina la casistica delle comunicazioni.

Decadenza della quota

Se un produttore nel corso della campagna lattiera non utilizza almeno il 70% della propria quota, separatamente per le consegne e le vendite dirette, decade dalla titolarità del quantitativo non utilizzato. La cessione in affitto temporaneo delle quote in corso di periodo (leasing) non viene considerata come utilizzo.

Non c'è decadenza solo nel caso in cui il mancato utilizzo sia determinato da cause di forza maggiore, che devono essere comunicate all'Amministrazione Provinciale, corredate dalla documentazione comprovante, entro 30 giorni dal loro verificarsi.

Le cause di forza maggiore possono essere:

  • esproprio di parte consistente della superficie aziendale;
  • decesso del produttore;
  • furto o perdita accidentale di parte consistente del patrimonio bovino da latte;
  • calamità naturale grave che colpisce una parte consistente della superficie aziendale;
  • distruzione dei fabbricati destinati all’allevamento bovino da latte,
    epizoozie e altre cause sanitarie certificate, che compromettono la produzione lattiera.

Vendita di quota

La vendita di quota separatamente dall’azienda è consentita anche tra aziende ubicate in regioni diverse, ma solo fino ad un massimo del 70% della quota assegnata all’azienda cedente per la campagna 2003-2004.

Questa limitazione non si applica nel caso di trasferimenti di quota tra aziende ubicate in zona montana o svantaggiata, che sono comunque assoggettati ai seguenti vincoli:

  • le aziende ubicate in zone montane possono acquistare quote da aziende di tutte le zone, ma vendere le proprie quote solo ad aziende di montagna;
  • le aziende ubicate in zone svantaggiate possono acquistare quote solo da aziende di zone svantaggiate e vendere le proprie quote ad aziende di zone svantaggiate o di montagna;
  • le aziende ubicate in pianura possono acquistare quote solo da aziende di pianura e vendere le proprie quote ad aziende di zone di montagna o di pianura.

I contratti di vendita devono essere stipulati entro il 15 dicembre di ogni anno e trasmessi all’Amministrazione provinciale entro 15 giorni dalla data di stipula.

I soci di cooperative e gli aderenti ad associazioni di produttori hanno diritto di prelazione sulle quote poste in vendita da altri soci.

Il produttore che vuole vendere le proprie quote dà comunicazione al presidente della cooperativa, entro il 10 novembre, dell’offerta ricevuta da esterni. La comunicazione viene resa pubblica e i produttori che intendono esercitare il proprio diritto di prelazione devono dichiararlo inviando un telegramma al presidente. Se dopo 30 giorni dalla comunicazione il diritto di prelazione non viene esercitato, le quote possono essere vendute a produttori esterni alle condizioni comunicate, e deve essere inviata copia dell’atto al presidente della cooperativa.

Affitto di quota

È consentita la stipula di contratti di affitto della parte di quota non utilizzata (leasing), separatamente dall’azienda, purchè venga fatta tra produttori in attività che hanno prodotto e commercializzato durante la campagna in corso, e esclusivamente tra aziende ubicate in zone di produzione omogenee.

I contratti devono essere stipulati in forma scritta e presentati all’Amministrazione provinciale entro il 1 marzo della campagna a cui si riferiscono.

I contratti di affitto di quota devono essere registrati.

Cambio di titolarità dell'azienda

I contratti di affitto di azienda titolare di quota latte, per essere rilevanti ai fini del regime delle quote latte, devono avere durata di almeno 12 mesi e scadenza coincidente con l'ultimo giorno di una campagna di commercializzazione.

ADEMPIMENTI PER I PRIMI ACQUIRENTI

Riconoscimento di Ditte che intendono richiedere l’iscrizione all’Albo Acquirenti

La ditta che intende ottenere il riconoscimento di “Primo Acquirente” (articolo 13 del regolamento CE 1392/01) è tenuta a presentare, almeno 120 giorni prima della data in cui intende avviare l’attività di raccolta dai produttori, apposita richiesta all’Amministrazione provinciale in cui è ubicata la sede legale utilizzando il Modello A, corredato dal Modello C, con cui vengono comunicate informazioni in merito al laboratorio utilizzato per le analisi di materia grassa.

Il rilascio del riconoscimento è subordinato al rispetto e alla sussistenza dei requisiti previsti dalla normativa comunitaria e nazionale di riferimento.

L’acquirente che opera in assenza del prescritto riconoscimento è assoggettato a sanzione amministrativa pari all’importo del prelievo supplementare sull’intero quantitativo di prodotto ritirato in assenza del riconoscimento.

Le ditte acquirenti riconosciute possono comunicare alla regione che li ha riconosciuti l’adesione ed il recesso da una associazione o organizzazione di acquirenti (Modelli A e B – sezione F). Le associazioni o organizzazioni di acquirenti registrate nel SIAN possono consultare i dati relativi agli acquirenti loro associati che hanno comunicato la propria adesione. Qualora una ditta acquirente sia associata a più di una associazione o organizzazioni di acquirenti dovrà mandare più modelli.

Invio dichiarazioni mensili

Il Primo Acquirente è soggetto ai seguenti adempimenti, per il tramite del SIAN: 

  • entro la fine di ogni mese deve inviare la dichiarazione mensile relativa al mese precedente, e così via per i mesi successivi;
  • entro la fine di ogni mese deve inviare la dichiarazione mensile del latte sfuso relativa al mese precedente, e così via per i mesi successivi;

Trattenuta e versamento del prelievo supplementare

L'acquirente trattiene tutto il prelievo supplementare relativo al latte consegnato in esubero rispetto al quantitativo individuale di riferimento assegnato ai singoli conferenti, tenendo conto delle variazioni intervenute in corso di periodo.

La trattenuta deve essere fatta con riferimento al latte consegnato e rettificato in esubero rispetto al QRI assegnato ai singoli conferenti.

Entro la fine di ogni mese (es. 31 gennaio) dovrà poi essere versato il prelievo relativo a due mesi prima (es. novembre), e così via per i mesi successivi.

Invio elenco dei trasportatori utilizzati

Gli acquirenti devono comunicare alle regioni l’elenco dei trasportatori di cui intendono avvalersi, con l’indicazione degli eventuali centri di raccolta utilizzati. La comunicazione viene fatta per il tramite del SIAN ed è necessario indicare la targa degli automezzi utilizzati, direttamente o indirettamente, e l’autorizzazione sanitaria per le autocisterne.

Scheda informativa

Scheda informativa per "Il regime delle quote latte"
Tipologia
Modulistica
chiusura della tabella

Documentazione allegata

Modulistica

Istanza di rateizzazione prelievo supplementare
Modulo utilizzabile fino al 31 dicembre 2008
data dell'ultimo aggiornamento: mercoledý 3 dicembre 2008
ISTANZArateizz2008.pdf (43Kb)
Comunicazione di vendita o affitto di sola quota
Modulo
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
CCQ - Modulo.pdf (23Kb)
Comunicazione di vendita o affitto di sola quota
Allegato G1
data dell'ultimo aggiornamento: mercoledý 19 novembre 2008
CCQ - Allegato G1.pdf (12Kb)
Comunicazione di vendita o affitto di sola quota
Note esplicative
data dell'ultimo aggiornamento: mercoledý 3 dicembre 2008
CCQ - Note esplicative.pdf (26Kb)
Comunicazione di mutamento di conduzione azienda (affitti, successioni, cambi di titolarità ecc.)
Modulo
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
CCA - Modulo.pdf (24Kb)
Comunicazione di mutamento di conduzione azienda (affitti, successioni, cambi di titolarità ecc.)
Allegato F1
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
CCA - Allegato F1.pdf (10Kb)
Comunicazione di mutamento di conduzione azienda (affitti, successioni, cambi di titolarità ecc.)
Allegato F2
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
CCA - Allegato F2.pdf (12Kb)
Comunicazione di mutamento di conduzione azienda (affitti, successioni, cambi di titolarità ecc.)
Allegato F3
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
CCA - Allegato F3.pdf (9Kb)
Comunicazione di mutamento di conduzione azienda (affitti, successioni, cambi di titolarità ecc.)
Note esplicative
data dell'ultimo aggiornamento: mercoledý 3 dicembre 2008
CCA - Note esplicative.pdf (30Kb)
Istanza di rettifica quantitativi di riferimento
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
istanza rettifica quote latte.pdf (15Kb)
Dichiarazione di pluralità di acquirente
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
pluralita acquirente.pdf (13Kb)
Dichiarazione di successione di acquirente
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
successione acquirente.pdf (14Kb)
Richiesta di gestione unitaria
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
gestione unitaria.pdf (13Kb)
Cause di forza maggiore
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
forza maggiore.pdf (14Kb)
Persistenza cause di forza maggiore
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
persistenza forza maggiore.pdf (13Kb)
Ripresa della produzione
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
ripresa produzione.pdf (12Kb)
Ridotta produzione per piano di sviluppo
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
piano sviluppo.pdf (13Kb)
Istanza di mobilità quote
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
mobilita quote.pdf (13Kb)
Modulo A - Istanza riconoscimento acquirenti
data dell'ultimo aggiornamento: mercoledý 19 novembre 2008
mod_a_riconoscimento.pdf (81Kb)
Modulo B - Regolarizzazione acquirenti
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
mod_b_requisiti.pdf (155Kb)
Modulo C - Comunicazione laboratori
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
mod_c_analisi_grasso.pdf (110Kb)
Modulo D - Trasmissione ricevute versamento mensile
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
mod_d_trasmissione_ricevute.pdf (21Kb)
Modulo E - Comunicazione restituzione prelievo produttori
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
mod_e_restituzione_prelievo.pdf (21Kb)
Modulo RV - Restituzione Prelievo
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
mod_rv_restituzione.pdf (31Kb)

Documenti

Albo regionale acquirenti latte bovino
aggiornato al 1 aprile 2009
data dell'ultimo aggiornamento: martedý 23 febbraio 2010
collegamento a pagina/file scaricabile da una pagina/sito esterno
Quote latte, si procede con la regolarizzazione
Articolo di Agricoltura, ottobre 2007
data dell'ultimo aggiornamento: mercoledý 3 dicembre 2008
ra0710010s.pdf (81Kb)

Normativa

D.M. 6 luglio 2007
sulla rateizzazione del prelievo supplementare
data dell'ultimo aggiornamento: mercoledý 3 dicembre 2008
dm06072007.pdf (19Kb)
Legge 30 maggio 2003, n. 119
"Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 marzo 2003, n. 49, recante riforma della normativa in tema di applicazione del prelievo supplementare nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari " testo integrato con le modifiche dei provvedimenti successivi fino alla Legge 29 aprile 2005, n.71
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
Legge119-2003.pdf (97Kb)
Decreto del MIPAAF del 30 luglio 2003
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
dm_30_07_2003.pdf (94Kb)
Decreto del MIPAAF del 31 luglio 2003
data dell'ultimo aggiornamento: lunedý 3 novembre 2008
dm_31_07_2003.pdf (120Kb)
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: lunedý 3 novembre 2008
data di modifica: mercoledý 3 dicembre 2008