Bandi e Moduli

Avvisi pubblici / Bandi /Finanziamenti

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

POR FESR 2007-2013 - Asse IV

Attività IV.3.2. "Sostegno alla localizzazione delle imprese"

Prorogato al 31 marzo 2014 il termine per la rendicontazione dei progetti. Confermata la conclusione entro il 14 febbraio 2014.

Con Delibera di Giunta n. 1064 del 23 luglio 2012 la Regione Emilia Romagna ha approvato il bando relativo alla Attività IV.3.2. "Sostegno alla localizzazione delle imprese", successivamente modificato dalle Delibere di Giunta Regionale n. 1457/2012 e n. 1723/2012.

Questo intervento, gestito direttamente dalla Provincia, è stato inserito nel Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013, in particolare nell'Asse IV “Valorizzazione e qualificazione del patrimonio culturale ed ambientale“, ed ha come obiettivo la localizzazione, anche temporanea, delle imprese in aree, zone o strutture individuate dai Comuni colpiti dal sisma (di cui al Decreto MEF 01/06/2012 e Decreto Legge n. 74 del 06/06/2012).

Beneficiari

Sono beneficiarie dell'intervento le persone fisiche (con Partita Iva) o giuridiche ed i loro consorzi, le associazioni temporanee di impresa (A.T.I.), che esercitano una attività economica nei comuni colpiti dal sisma.

Requisiti previsti

Le attività economiche, esercitate da persone fisiche o giuridiche, devono:

  • possedere il requisito di PMI;
  • risultare attive al 20 maggio 2012, ad eccezione dei consorzi e delle A.T.I., purchè le imprese del consorzio e dell’A.T.I. risultino attive al 20 maggio;
  • essere localizzate nei comuni danneggiati dal sisma (ai sensi del Decreto MEF del 01/06/2012 e del D.L. n. 74 del 06/06/2012);
  • possedere al 20 maggio 2012 una situazione di regolarità contributiva nei confronti di INPS, INAIL o altri enti previdenziali;
  • appartenere ai settori di attività Ateco 2007 elencati nell'Allegato 2 del bando;
  • rispettare le norme in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, sulla sicurezza ecc…;
  • non essere destinatarie di un ordine di recupero pendente a seguito di una decisione della Commissione Europea.

Le attività esercitate da persone giuridiche devono inoltre:

  • essere regolarmente costituite e iscritte al Registro delle imprese presso la Camera di Commercio;
  • non presentare, al 20 maggio 2012, le caratteristiche di impresa in difficoltà come da Comunicazione della Commissione Europea (2004/C 244/02);
  • non trovarsi in stato di liquidazione o fallimento e non essere soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo nei cinque anni precedenti la data di presentazione della domanda.

Le persone fisiche devono aver aperto una partita IVA relativa alla attività per la quale si richiede il contributo.

Tali requisiti devono essere mantenuti per almeno tre anni dalla data di conclusione del progetto.

Interventi e spese ammissibili

Sono ammissibili gli interventi di localizzazione, anche temporanea, delle attività economiche in aree, zone o strutture individuate dai Comuni, al fine di garantire un’offerta plurima e integrata di servizi alla popolazione.

Sono ammissibili le seguenti spese:

  • spese impiantistiche per l’allestimento delle aree/delle strutture e opere accessorie strettamente correlate;
  • spese per l’acquisto e la messa in opera di strutture temporanee; 
  • spese per l’affitto o il noleggio delle strutture e degli ambienti adibiti a rilocalizzazione;
  • spese per allacciamenti per utenze e traslochi.

Spese non ammissibili:

Non sono ammissibili le spese edili e le spese per consulenze.
Non sono ammesse le spese sostenute per l’acquisto di beni usati ad esclusione di quelle per l’acquisto di strutture temporanee per le quali deve essere prodotta, in sede di rendicontazione, una perizia asseverata con firma autentica relativa al valore di acquisto.

Inizio e conclusione dei progetti

Al fine della loro ammissibilità, le spese potranno essere sostenute a partire dal 20 maggio 2012 (si considera la data fattura).
I progetti dovranno essere iniziati entro 3 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di concessione del contributo e conclusi e rendicontati entro il 14 febbraio 2014, ad esclusione delle spese per affitto o noleggio delle strutture temporanee che possono essere ammesse fino al 31/12/2013. 

Importo del contributo

L’agevolazione consiste in un contributo in c/capitale fino alla misura massima dell’80% della spesa ammessa e comunque non superiore a 15.000,00 euro.
Saranno esclusi i progetti con spesa ammissibile inferiore a 5.000,00 euro.
I contributi non sono comulabili con altre contributi pubblici, comunitari, nazionali e regionali.

L’invio della domanda deve essere fatto nelle seguenti modalità:

  • a mezzo PEC, secondo le modalità illustrate nell’allegato al bando. La casella di posta elettronica certificata da cui proviene la richiesta di contributo (impresa o soggetto delegato) deve essere indicata in domanda a pena di inammissibilità.
  • a mezzo raccomandata postale A.R. (farà vede il timbro apposto sulla busta dall’ufficio postale accettante).

Termini di presentazione delle domande

Le domande potranno essere presentate entro le seguenti scadenze: 

  • dal 6 agosto al 7 settembre 2012;
  • dall’ 8 settembre al 1° ottobre 2012.
  • dal 10 gennaio al 12 febbraio 2013 (Delibera di Giunta Regionale n. 1723/2012).

Per coloro che hanno presentato la domanda entro la prima e seconda scadenza temporale era prevista l'esenzione dal pagamento del bollo, ai sensi della L. 122/2012 di conversione con modificazioni del Decreto Legge n. 74/2012, all'art. 8, comma 15ter che ha previsto che:" Le persone fisiche residenti o domiciliate e le persone giuridiche che hanno sede legale o operativa nei comuni colpiti dal sisma del maggio 2012 sono esentate dal pagamento dell'imposta di bollo per le istanze presentate alla pubblica amministrazione fino al 31 dicembre 2012".

Per coloro che presenteranno la domanda nel periodo dal 10 gennaio al 12 febbraio 2013, salvo diversa disposizione che provvederemo a pubblicare, le domande devono essere presentate in bollo.

Istruttoria e valutazione delle domande 

Le domande ricevute saranno istruite dalla Provincia verificando:

  • il rispetto dei termini e delle modalità di presentazione delle domande;
  • il possesso dei requisiti soggettivi e oggettivi da parte dei soggetti che hanno presentato domanda;
  • la completezza della compilazione delle domande.

Entro 30 giorni dalle relative scadenze, la Provincia provvederà alla approvazione delle graduatorie e alla concessione dei contributi.

Le domande la cui istruttoria avrà esito positivo saranno inserite nella graduatoria provinciale sulla base di una valutazione tecnico-finanziaria del progetto. A parità di valutazione si terrà conto delle seguenti priorità:

  • l’inagibilità/inaccessibilità degli immobili da cui il soggetto richiedente proviene, alla data di presentazione della domanda;
  • le imprese del commercio, della ristorazione, del turismo, dell’artigianato artistico, artigianato di servizio, artigianato dell’alimentazione, del tessile, dell’abbigliamento e degli articoli in pelle;
  • l’ordine di arrivo delle domande (fa fede il timbro postale).

Lo stanziamento assegnato a ciascuna Provincia dovrà essere suddiviso in due quote. La prima, pari ad almeno il 90% delle risorse totali, è riservata alle domande presentate da soggetti con immobili dichiarati inagibili o inaccessibili; la restante parte alle altre domande di finanziamento. Nell’ambito di ciascun plafond, i criteri di priorità sono l’appartenenza delle imprese ai settori del commercio, della ristorazione, del turismo, dell’artigianato artistico, di servizio, dell’alimentazione, del tessile, dell’abbigliamento, degli articoli in pelle seguendo l'ordine di invio delle domande.

Esaurita la quota, le domande con immobili inagibili o inaccessibili, attingeranno prioritariamente dalla seconda quota. Nel caso le risorse non fossero disponibili a finanziare tutte le domande prioritarie, la graduatoria sarà definita in base alla maggiore spesa ammessa.

Avvio del procedimento

Ai sensi degli articoli 7 e 8 della Legge 7 agosto 1990 n. 241 e dell’art. 14, comma 4, del “Regolamento in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso” modificato con  Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 226 del 30/06/2010 si comunica quanto segue:

  1. il bando “Modalità e criteri per la concessione dei contributi previsti dal POR FESR 2007-2013 – asse 4 – Attività 4.3.2: “Sostegno alla localizzazione delle imprese”” costituisce comunicazione di avvio del procedimento amministrativo di approvazione della graduatoria e concessione, che inizia a decorrere dalla data di scadenza di presentazione delle domande di contributo sull’Asse 4 – Attività 4.3.2 , senza necessità di ulteriore avviso in merito;
  2. l’Amministrazione competente è la Provincia di Modena;
  3. il procedimento ha ad oggetto la domanda di contributo presentata ai sensi  del POR FESR 2007-2013 – Asse 4 – Attività 4.3.2: “Sostegno alla localizzazione delle imprese”;
  4. il Responsabile del procedimento relativamente agli aspetti inerenti la pubblicizzazione del bando è l’ing. Carlo Guidotti del Servizio Commercio Turismo e Qualità aree turistiche della Regione Emilia Romagna. Il Responsabile del procedimento inerente la gestione del bando è la Dott.ssa Silvia Cavani, P.O. del Servizio Industria, Commercio e Turismo della Provincia di Modena.
  5. il procedimento di approvazione della graduatoria e concessione del contributo deve essere concluso entro 30 giorni dalla relativa scadenza di presentazione delle domande. Le domande potranno essere presentate a partire dal 6 agosto al 7 settembre compresi, poi a partire dall’8 settembre fino al 1° ottobre compresi, come stabilito dal bando approvato con Deliberazione della Giunta Regionale n. 1064 del 23/07/2012;
  6. è competente all’emissione del provvedimento il Dirigente del Servizio Industria, Commercio e Turismo della Provincia di Modena, Dr.ssa Tiziana Maria Osio (Tel. 059/200810, e-mail: osio.t@provincia.modena.it);
  7. gli atti del procedimento possono essere esaminati, previo appuntamento, presso il Servizio Industria, Commercio e Turismo , Viale Rimembranze n. 12 – 41121 Modena, nei seguenti orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.45 alle ore 13.00 e dal lunedì al giovedì dalle ore 14.45 alle ore 17.00.
  8. a norma dell’art. 3, quarto comma, della Legge 241/90, il provvedimento è impugnabile con ricorso giurisdizionale avanti al competente Tribunale Amministrativo Regionale entro sessanta giorni dalla data di comunicazione o di notificazione oppure con ricorso straordinario al Capo dello Stato entro centoventi giorni dalla data di comunicazione o di notificazione.

Modalità di rendicontazione

La realizzazione del progetto finanziato dovrà avvenire secondo la seguente tempistica (a pena di decadenza dal contributo):

  • l'intervento dovrà essere iniziato entro 3 mesi dal ricevimento della comunicazione di concessione del contributo: di tale inizio la Provincia dovrà essere tempestivamente informata, tramite lettera da inviare entro 30 giorni dalla data di avvio del progetto e comunque entro 4 mesi dal ricevimento della comunicazione di concessione. Tale lettera dovrà specificare le spese sostenute o le attività realizzate che costituiscano l'effettivo avvio del progetto e dovrà essere trasmessa secondo una delle seguenti modalità: raccomandata A/R, via fax al n.ro 059/4226781, tramite pec alla casella di posta: provinciadimodena@cert.provincia.modena.it;
  • la rendicontazione dei progetti dovrà pervenire alla Provincia entro e non oltre il 31/03/2014, come previsto dalla Delibera di Giunta Regionale n. 126 del 10/02/2014;
  • gli interventi dovranno essere conclusi entro il 14 febbraio 2014, come previsto dalla Delibera di Giunta Regionale n. 1385 del 30/09/2013;
  • le spese possono essere state sostenute a partire dal 20 maggio 2012 (a tal fine farà fede la data di emissione della fattura).

Ai sensi della Determinazione regionale n. 12987 del 15/10/2012, per la rendicontazione e successiva liquidazione del contributo è obbligatorio l'utilizzo della modulistica predisposta dalla Regione.

Entro i termini sopra indicati è necessario presentare la seguente documentazione:

  1. Richiesta di liquidazione dell’agevolazione,  a seconda della tipologia del beneficiario (imprese, liberi professionisti, ATI e Consorzi), in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio a firma del titolare/legale rappresentante dell'attività economica e corredata da:
    • Fotocopia di un documento di identità (carta di identità o passaporto)  in corso di validità del titolare/legale rappresentante;
    • Rendiconto finanziario (file excel "Riepilogo delle spese sostenute") contenente l'elenco delle spese effettivamente sostenute (ossia pagate entro la data di presentazione della rendicontazione finale di spesa). Il riepilogo delle spese sostenute dovrà essere compilato e consegnato sia in forma cartacea a firma del titolare /legale rappresentante, sia su supporto informatico;
    • Originali delle fatture, delle note di addebito o di altri documenti contabili fiscalmente validi, debitamente quietanzati (tali documenti verranno vidimati dalla Provincia e successivamente restituiti);
    • Perizia di stima asseverata con firma autenticata relativa al valore di acquisto in caso di acquisto di strutture temporanee usate.
  2. Comunicazione dei dati per la liquidazione a firma del titolare/legale rappresentante dell’attività economica;
  3. Documentazione fotografica che supporti la rendicontazione delle spese relative a strutture temporanee utilizzate e che riguardi gli spazi interni ed esterni (container, casetta) in cui l’attività economica è stata temporaneamente localizzata.

Per i beneficiari che hanno acquisito strutture temporanee usate (sia per quelli che hanno già rendicontato che per quelli che rendiconteranno:   

a) una dichiarazione del fornitore (ai sensi della lettera a) dell’art. 4 DPR n. 196/2008) attestante la provenienza esatta del materiale e che lo stesso, nel corso degli ultimi sette anni, non ha beneficiato di un contributo nazionale o comunitario; 

b) una autodichiarazione (ai sensi della lettera b) dell’art. 4 DPR n. 196/2008) con la quale si attesta che il prezzo del materiale usato non è superiore al suo valore di mercato ed è inferiore al costo di materiale simile nuovo. Spetta alle Amministrazioni provinciali la verifica della condizione di cui alla lettera b) dell’art. 4.

Tale documentazione si rende necessaria ai fini di una piena corrispondenza con quanto stabilito dall’art. 4 “Acquisto di materiale usato” del DPR n. 196/2008 “Regolamento di esecuzione del regolamento (CE) n. 1083/2006 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione”.  

Modalità di pagamento ammesse

Sono ammessi esclusivamente i pagamenti effettuati dal beneficiario tramite bonifico bancario o postale, assegno bancario o circolare, RI.BA, ricevuta postale e carta di credito.

Modalità di quietanza

Le modalità di quietanza possono essere, alternativamente, le seguenti:

  • ricevuta di bonifico (anche bonifico elettronico) o ricevuta bancaria/postale con indicazione del beneficiario e con relativo estratto conto;
  • fotocopia dell'assegno con relativo estratto conto dal quale risulti l’avvenuto pagamento.
  • fotocpia dell'estratto conto della carta di credito e dell'estratto conto bancario/postale dal quale risulti l'avvenuto pagamento.

Tutte le fatture e gli altri documenti contabili dovranno essere emessi a carico esclusivamente del soggetto beneficiario del contributo.

Modalità di erogazione del contributo

Il contributo potrà essere pagato in due modalità, a scelta del beneficiario:

  • in un'unica soluzione ad ultimazione dell'intervento e dietro presentazione di apposita documentazione di rendicontazione finale;
  • in due soluzioni comprendenti:
    • una quota pari al 50% del contributo concesso, erogabile su richiesta scritta alla Provincia, subordinatamente alla presentazione di apposita documentazione di rendicontazione di una quota pari almeno al 50% dell'intervento ammesso;
    • il saldo del contributo concesso a conclusione dell'intervento e dietro presentazione di apposita documentazione di rendicontazione finale.

Scheda informativa

Scheda informativa per "Attività IV.3.2. "Sostegno alla localizzazione delle imprese""
Tipologia
Bando / Avviso pubblico
Data attivazione
06/08/2012
Data di scadenza
12/02/2013
Termine ultimo per la presentazione delle domande entro la terza scadenza
Data di scadenza
01/10/2012
Termine ultimo per la presentazione delle domande entro la seconda scadenza
Data di scadenza
07/09/2012
Termine ultimo per la presentazione delle domande entro la prima scadenza
Come

a mezzo PEC, secondo le modalità illustrate nell’allegato al bando. La casella di posta elettronica certificata da cui proviene la richiesta di contributo (impresa o soggetto delegato) deve essere indicata in domanda a pena di inammissibilità.

a mezzo raccomandata postale A.R. (farà vede il timbro apposto sulla busta dall’ufficio postale accettante).

Chi
Persone fisiche o giuridiche ed i loro consorzi, le associazioni temporanee di impresa (A.T.I.) che esercitano una attività economica nei comuni colpiti dal sisma.
Dove
Le domande di contributo inviate per raccomandata A.R. dovranno essere indirizzate a:
Provincia di Modena
U.O. Commercio
Viale Rimembranze n. 12
41121 Modena
Ufficio referente
indirizzo ed orario
Provincia di Modena:
chiusura della tabella

Documentazione allegata

Esiti - Graduatorie

Graduatorie
data dell'ultimo aggiornamento: venerdý 14 dicembre 2012
collegamento a pagina/file scaricabile da una pagina/sito esterno

Modulistica

Facsimile richiesta di liquidazione (a)
Per le imprese individuali e le società di persone e di capitali
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 8 novembre 2012
1 Liquidazione_Impresa_Singola.doc (319Kb)1 Liquidazione_Impresa_Singola.PDF (234Kb)1 Liquidazione_Impresa_Singola.rtf (595Kb)
Facsimile richiesta di liquidazione (b)
Per le persone fisiche con partita IVA (liberi professionisti) e studi associati
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 8 novembre 2012
2 Liquidazione_Professionisti.doc (318Kb)2 Liquidazione_Professionisti.PDF (234Kb)2 Liquidazione_Professionisti.rtf (596Kb)
Facsimile richiesta di liquidazione (c)
Per le ATI e i Consorzi
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 8 novembre 2012
3 Liquidazione_ATI_Consorzi.doc (331Kb)3 Liquidazione_ATI_Consorzi.PDF (249Kb)3 Liquidazione_ATI_Consorzi.rtf (619Kb)
Riepilogo delle spese sostenute
Per tutti i beneficiari
data dell'ultimo aggiornamento: venerdý 17 gennaio 2014
rendiconto finanziario.xls (279Kb)
Guida alla compilazione del rendiconto finanziario
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 8 novembre 2012
5 Guida_compilazione_file_excel.pdf (97Kb)
Facsimile di comunicazione dei dati per la liquidazione
Per tutti i beneficiari
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 8 novembre 2012
Mod.comunicazioneDatLiquidazione.doc (36Kb)Mod.comunicazioneDatiLiquidazione.rtf (50Kb)Mod.comunicazioneDatLiquidazione.PDF (31Kb)
Modulo di domanda Allegato 4a
Modulo di presentazione della domanda per persone fisiche con partita iva
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 8 novembre 2012
modulo 4a persone fisiche con partita iva.doc (282Kb)modulo 4a persone fisiche con partita iva.rtf (486Kb)
Modulo di domanda Allegato 4b
Modulo di presentazione della domanda per imprese
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 8 novembre 2012
modulo 4b imprese.doc (279Kb)modulo 4b imprese.rtf (492Kb)
Modulo di domanda Allegato 4c
Modulo di presentazione della domanda per consorzi e A.T.I.
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 8 novembre 2012
modulo 4c consorzi e ati.doc (326Kb)modulo 4c consorzi e ati.rtf (549Kb)

Normativa

Delibera di Giunta Regionale n. 126 del 10/02/2014
POR FESR 2007-2013 Asse 4 - Ulteriore proroga termini di rendicontazione dei progetti finanziati per Attività IV.3.2 "Sostegno alla localizzazione delle imprese" di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 1064/2012.
data dell'ultimo aggiornamento: martedý 11 febbraio 2014
DGR 126 DEL 10022014 ULTERIORE PROROGA.pdf (187Kb)
Delibera di Giunta Regionale n. 1385 del 30/09/2013
POR FESR 2007-2013 - ASSE 4 - ULTERIORE PROROGA TERMINE DI CONCLUSIONE E RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI PER ATTIVITA' IV.3.2 "SOSTEGNO ALLA LOCALIZZAZIONE DELLE IMPRESE" DI CUI ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA REGIONALE N. 1064/2012.
data dell'ultimo aggiornamento: mercoledý 9 ottobre 2013
DGP 1385_2013 Ulteriore proroga al 14.2.2014 rendic.IV_3_2_.pdf (185Kb)
Delibera di Giunta Regionale n. 623 del 21/05/2013
"POR FESR 2007-2013 - Asse 4 - Proroga termine di conclusione e rendicontazione dei progetti finanziati per Attività IV.3.2 "Sostegno alla localizzazione delle imprese" di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 1064/2012"
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 30 maggio 2013
Delibera RER 623 del 21-05-2013 - Proroga rendicontazione IV.3.2.pdf (172Kb)
Avvio del procedimento
Comunicazione ai sensi degli articoli 7 e 8 della Legge 7 agosto 1990 n. 241 e dell’art. 14, comma 4, del “Regolamento in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso” modificato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 226 del 30/06/2010
data dell'ultimo aggiornamento: giovedý 13 dicembre 2012
AVVIO PROC E CONCLUSIONE.PDF (32Kb)
Delibera della Giunta Regionale n. 1064 del 23/07/2012
"POR FESR 2007-2013 - Asse 4 - Approvazione schema "Invito a presentare manifestazioni di interesse per la raccolta di proposte nell'ambito dell'attività IV.3.1 "Allestimento di aree destinate ad attività economiche di servizio"" e approvazione bando per l'incetivazione di iniziative private anno 2012 - "Attività IV.3.2.: Sostegno alla localizzazione delle imprese".
data dell'ultimo aggiornamento: martedý 31 luglio 2012
Delibera 1064-2012.pdf (1618Kb)
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 31 luglio 2012
data di modifica: martedý 11 febbraio 2014