Enti

Servizi ai Comuni

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Enti | · Servizi ai Comuni

Comunicato stampa N° 504 del 03/09/2013

rifiuti \ 2 – produzione in calo, bruciato il 28,8%

meno discariche attive e nessun nuovo impianto

Nell'ultimo decennio la percentuale di rifiuti urbani trattati con la raccolta differenziata in provincia di Modena è passata dal 35,2 per cento al 56,6 per cento, con un aumento di oltre il 21 per cento. Delle 441 mila tonnellate di rifiuti complessivamente prodotte nel 2012, quasi 250 mila sono state raccolte in modo differenziato. Sono i dati elaborati dall'Osservatorio provinciale rifiuti in base alle informazioni dei Comuni e dei gestori del servizio (Aimag, Geovest e Hera).

Il recente report dell'Osservatorio relativo all'anno 2012 segnala un calo nella produzione di rifiuti solidi urbani (441.838 tonnellate rispetto alle 454.078 dell'anno precedente). Delle oltre 191 mila tonnellate raccolte in modo indifferenziato, circa 127 mila (il 28,8 per cento del totale dei rifiuti prodotti) sono finite nel termovalorizzatore; circa 6 mila tonnellate (l'1,4 per cento del totale) all'impianto di selezione e biostabilizzazione di Carpi e le restanti 58 mila tonnellate (13,2 per cento del totale) nelle discariche attive sul territorio modenese.

Solo lo o,3 per cento dei rifiuti da raccolta differenziata, pari a 1.208 tonnellate, è avviato verso impianti di smaltimento perchè  non riciclabile; il resto (oltre 248 mila tonnellate) è avviato al recupero.

Anche il numero delle discariche autorizzate ad accogliere i rifiuti solidi urbani è calato. A fronte degli 8 siti attivi nel 2004, nel 2012 sono 3 quelli disponibili, e utilizzati a turnazione, nel bacino Aimag, oltre a quello gestito da Feronia a Finale. A questi si aggiungono le discariche di Pievepelago e Zocca, che sono formalmente aperte ma da anni non ricevono conferimenti. E in prospettiva non ci sono nuove discariche: ce n'erano 5 previste nel Piano provinciale di gestione rifiuti del 2005, mentre nel documento preliminare del Ppgr approvato nella primavera del 2012 dal Consiglio provinciale non sono previsti nuovi impianti, ma solo eventuali ampliamenti di quelli già esistenti.

 

 

 

 

 


Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
03/09/2013
Numero
504
Ora
12.00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 3 settembre 2013
data di modifica: martedý 3 settembre 2013